Logo Blogo

Tutti gli articoli con tag prostata

Cosa significa se il PSA è alto e quali sono le cause?

pubblicato da si.sol.

test del psa

Livelli di PSA alto possono indicare la presenza di un cancro alla prostata, ma il tumore è solo una delle possibili cause dell’innalzamento delle quantità di questa molecola nel sangue. Esiste, infatti, anche tutta un’altra serie di disturbi e condizioni benigne che possono portare a valori elevati di PSA e andare nel panico in seguito al responso di un unico test può essere del tutto inutile.

Infatti in realtà le cause più comuni di un PSA alto sono la prostatite, cioè l’infiammazione della prostata, o un ingrossamento benigno della prostata (IBP), condizioni che non indicano necessariamente la presenza di un tumore.

Continua a leggere: Cosa significa se il PSA è alto e quali sono le cause?

....
condividi 0 Commenti

I rimedi contro l'incontinenza di lui

pubblicato da lorenza barletta

incontinenza maschileSolitamente sono le moglie a notare che c’è qualcosa non va: il marito corre in bagno più spesso del solito o si alza stranamente in piena notte per far pipì. Lui, invece, minimizza e tende a non affrontare l’argomento neanche con il medico, per l’ imbarazzo che questo gli provoca. Eppure, i sintomi del basso tratto delle vie urinarie (Lower Urinary Tract Symptoms, o LUTS), ovvero, in questo caso, dell’incontinenza al maschile, esigono diagnosi e cure tempestive.

La diagnosi precoce è fondamentale perché più si trascura il problema, più la prostata si atrofizza e subisce danni irreversibili. La visita comprenderà un’ecografia della ghiandola prostatica e gli esami delle urine, incluso il dosaggio del PSA, l’antigene prostatico specifico che si inpenna in questi casi.

Se la diagnosi è affermativa, le terapie prevedono l’utilizzo di antinfiammatori ed antibiotici, in modo da sfiammare la zona interessata ed evitare il continuo aumento del volume prostatico, in maniera da ridare i giusti ritmi alla vescica.

Foto | Flickr

....
condividi 1 Commenti

Olio di semi di zucca, rimedio naturale per la prostata

pubblicato da missunderstanding

semi di zuccaI disturbi e i fastidi alla prostata affliggono molti uomini, notoriamente meno propensi a ricorrere a visite mediche e farmaci rispetto alle donne. Dalla natura arriva in soccorso degli uomini l’olio di semi di zucca, un estratto naturale che permette di avere un rimedio dalla qualità molto elevata, anche perché oggi l’estrazione viene fatta con tecniche ecologiche che garantiscono la massima sicurezza al consumatore.

L’olio di semi di zucca è un concentrato di acido linoleico, un grasso essenziale che il nostro organismo non riesce a fabbricare, oltre a contenere una potente sostanza vermifuga, la concurbitina. In più, l’olio di semi di zucca, grazie al suo contenuto di fitosteroli, vitamine e oligoelementi, è un antinfiammatorio naturale, che inibisce l’infiammazione del tessuto prostatico, evitando che i tessuti si gonfino, causando una tra le infiammazione più comuni della prostata.

Oltre ad essere molto utile nella cura dei disturbi della prostata, l’olio di semi di zucca trova largo uso anche nella cura delle infezioni delle vie urinarie, e funziona anche per le donne.

Foto | Flickr

....
condividi 0 Commenti

Prostatite: sintomi e cure naturali

pubblicato da lorenza barletta

serenoaLa prostatite fa parte delle cosiddette sofferenze della prostata, tipiche degli over 50, che portano ad una serie di sintomi diversi, legati comunque alla minzione, vista la posizione anatomica della prostata, in prossimità della vescica.

I sintomi classici della prostatite, cioè dell’infiammazione, acuta o cronica, alla ghiandola prostatica sono: difficoltà ad urinare, getto debole dell’urina, stimolo ad urinare di notte soprattutto e sensazione di pesantezza estesa, dai testicoli alla zona perianale.

Che rimedi naturali si possono utilizzare in questi casi? La Serenoa repens è la pianta d’elezione, perchè agisce sia diminuendo i mediatori dell’infiammazione, sia con un effetto anti-androgenico. Poi va molto bene l’uva ursina,che disinfetta le vie urinarie ed infine, per alzare le difese immunitarie, abbondiamo con l’echinacea.

Foto | Flickr

....
condividi 1 Commenti

Vaccino antitumore? Lo sperimenta l'Università di Genova

pubblicato da missunderstanding

vaccino tumoreIl tumore è tra le malattie che fanno più paura agli italiani, nonostante nel nostro paese si muoia di più per disturbi cardiovascolari che per malattie come il cancro. Ad ogni modo, forse si avrà meno paura a sapere che contro il cancro potrebbe esistere un vaccino.

L’Istituto Superiore di Sanità ha approvato la fase di sperimentazione del vaccino contro il tumore presso l’Università di Genova. Grazie ad una speciale molecola, il vaccino ha la capacità di generare nei pazienti una risposta immunitaria tale da debellare le cellule cancerogene, la cui sopravvivenza è garantita appunto dalla tolomerasi, che non è presente nelle cellule sane.

A differenza degli altri vaccini contro i tumori, un esempio ne è l’Hpv per prevenire il cancro al collo dell’utero nelle donne, questo vaccino non fa parte di una terapia preventiva, ma agisce a livello terapeutico, ovvero debella il tumore una volta che è già stato localizzato. Per ora il vaccino sarà sperimentato su pazienti con tumore al rene e tumori alla prostata, per essere poi testato su ogni forma di tumore.

Foto | Flickr

....
condividi 0 Commenti

Il pistacchio protegge dal cancro

pubblicato da missunderstanding

pistacchioTutti i ricercatori americani sono in questi giorni riuniti a Houston per la Conferenza dell’Associazione Americana per la Ricerca sul cancro, e probabilmente sgranocchiano pistacchi, dopo la presentazione dei dati della ricerca del team texano.

Un team di ricercatori della Texas Women University, guidati dalla professoressa Lidia Hernandez ha condotto uno studio su un gruppo di volontari sani, mettendo in relazione l’apporto di proprietà nutritive dal pistacchio e lo sviluppo di alcune forme di tumore, come quello alla prostata o ai polmoni.

Secondo il team texano la forza del pistacchio sta nel suo concentrato di vitamina E, che fa da scudo e protegge l’organismo, riducendo il rischio di sviluppare il cancro. Anche voi ogni tanto, sgranocchiate pistacchi.

Foto | Flickr

....
condividi 0 Commenti

Fungo Maitake efficace contro il cancro alla prostata

pubblicato da missunderstanding

maitake

Il Maitake, in giapponese fungo danzante, per noi Grifola Frondosa, è un fungo già da tempo conosciuto ed usato nella cucina orientale e nella medicina cinese, perchè noto fin dall’antichità per le sue proprietà in grado di rafforzare le difese immunitarie.

Adesso il fungo portentoso è sotto la lente di un tem di ricercatori di New York, perchè sembra essere efficace contro i tumori. Uno studio condotto presso il New York Medical Centre, condotto dal Dr. Senssuke Konno e pubblicato sul British Journal of Urology dimostra che il Maitake sarebbe in grado di ridurre del 75% l’incidenza dei tumori.

Il team del dottor Konno ha condotto le ricerche su un gruppo di pazienti affetti da cancro alla prostata o alla vescica, trattando i tumori con un estratto di Maitake ed una proteina anti-cancro in basse dosi. Il composto si è rivelato portentoso: le cellule tumorali si sono ridotte del 75%.

Foto | Flickr

....
condividi 0 Commenti

Lievito di birra contro osteoporosi e tumori

pubblicato da Antonella Di Cintio (AkiraZhong)

E’ il risultato preliminare di una ricerca congiunta tra l’Università di Udine e quella inglese di Manchester pubblicato sulla rivista “Genome Biology” e ripresi dalla rivista scientifica americana “Science Daily”.

Studiando in particolare il lievito di birra, i ricercatori hanno scoperto nuovi meccanismi molecolari alla base della risposta dell’organismo ai bifosfonati, la principale classe di farmaci utilizzata per il trattamento dei tumori.

L’invecchiamento, si sa, coincide con l’aumento delle malattie tumorali degenerative e delle patologie delle ossa, e secondo tali risultati le proprietà del lievito di birra sembrano efficaci per trattare osteoporosi post-menopausale e complicanze dovute alle metastasi ossee, conseguenza proprio dei tumori al seno o alla prostata.

Continua a leggere: Lievito di birra contro osteoporosi e tumori

....
condividi 0 Commenti

Il Trifoglio rosso per lui: viagra naturale e niente problemi di prostata

pubblicato da missunderstanding

trifoglio rosso viagra naturaleAll’inizio della settimana vi ho parlato del virtù del Trifoglio Rosso per la donna, ideale per combattere i sintomi della menopausa; oggi mi dedico ad enunciarvi le proprietà di questa erbacea perenne per gli uomini, studiate dello stesso team di ricercatori.

Il Trifoglio rosso è una specie di Viagra naturale per l’uomo, ma agisce a rilento rispetto ai farmaci miracolosi pro-erezione: ricco di fitoestrogeni protettivi ha azione sui vasi sanguigni, per un effetto naturale simile a quello dei farmaci per compensare i problemi delle disfunzioni erettili.

In più, il Trifoglio rosso, con la sua azione di difesa delle arterie e l’azione benefica sulla diminuzione dei rischi cardiovascolari, è un rimedio naturale molto potente contro l’ipertrofia della prostata e il cancro che ne può conseguire. Sia uomini che donne, possono recarsi in farmacia e chiedere indicazioni, dato che esistono capsule a base dei principi attivi del Trifoglio, pre-dosate sia per donna che per uomo.

Foto | Flickr

....
condividi 2 Commenti

Il sugo di pomodoro è un potente salvacuore

pubblicato da missunderstanding

pomodoro salvacuoreLa dieta mediterranea rimane la regina indiscussa delle diete alimentari ed il pomodoro diventa l’ingrediente principe della tavola: noto per la sua azione benefica contro il cancro alla prostata, da oggi si attribuisce al pomodoro anche una forte attività salvacuore.

Cento grammi di concentrato di pomodoro al giorno svolgono infatti un effetto protettivo sul cuore, grazie ai lipidi contenuti nella buccia. Questo secondo i dati presentati a Taormina per il Mediterranean Cardiology Meeting che mostrano come il licopene sia capace di bloccare l’ossidazione dei lipidi e ridurre l’insorgere di problemi cardiovascolari.

Il pomodoro viene assorbito dall’organismo solo se cotto, e 100 grammi di concentrato equivalgono a circa 1kg di pomodori, un po’ difficili da consumare quotidianamente. Per ovviare al problema e proteggere il cuore si può optare per il succo concentrato di pomodoro, sempre che riusciate a berlo come fosse un succo di frutta.

Foto | Flickr

....
condividi 0 Commenti