Logo Blogo

Tutti gli articoli con tag disidratazione

I benefici dell'albume sulla pelle

pubblicato da fritha

uovoUn uovo in faccia lo associamo di solito a situazioni ben poco piacevoli, con un pubblico intemperante che lancia sul palco quel che generalmente andrebbe in frigo. Se però ce lo mettiamo volontariamente adoperandolo come maschera di bellezza le cose cambiano e i benefici sono tutti da scoprire. L’albume dell’uomo è infatti la sua parte proteica, praticamente pura. Sono essenzialmente proteine disciolte in acqua.

Quando l’albume si utilizza sulla pelle, sopportandone meglio che si può l’odoraccio che provoca, queste proteine creano un film protettivo mentre la componente d’acqua evapora. L’effetto equivale a quello di una base protettiva che aiuta la pelle a mantenere l’acqua in essa contenuta naturalmente e dunque a non seccarsi troppo in fretta.

In linea di principio agisce come un burrocacao protettivo che ripara le labbra dalla disidratazione evitando che l’acqua evapori. Ovviamente la sensazione di pelle liscia è solo apparente, non se ne trae un beneficio a lungo termine se non quello appena illustrato.

Via | TheBeautyBrains

Foto | Flickr

....
condividi 0 Commenti

Effetti della disidratazione

pubblicato da fritha

aguaLa disidratazione è un problema con cui tutti, a diversi gradi, dobbiamo fare i conti specialmente in estate, quando il caldo comporta una maggiore traspirazione e dunque perdita di liquidi, perché il corpo possa regolare in maniera naturale la sua temperatura. È importante di conseguenza mantenere al giusto livello l’idratazione dell’organismo, imparando anche a riconoscere quali sono gli effetti della disidratazione, da quelli più lievi e che possiamo tendere a trascurare, a quelli più gravi.

La sete, naturalmente, è il primo di essi. In condizioni normali bisogna che non si arrivi mai a sentire lo stimolo della sete, bevendo regolarmente. Se abbiamo sete significa che non siamo adeguatamente idratati. Anche il mal di testa leggero che non riuscite ad attribuire ad alcun altro motivo valido può essere provocato da una lieve disidratazione. Bocca secca, leggera nausea, assenza per molte ore dello stimolo a urinare sono ulteriori sintomi legati allo stesso motivo.

Nei casi più gravi invece gli effetti si fanno molto più visibili: la vista si annebbia, le orecchie ci sembrano ovattate, si può arrivare anche a vomitare o a svenire. La disidratazione grave di questo tipo richiede l’intervento medico e in nessun caso il fai da te, perché è stato superato il limite entro il quale basta solo riprendere a bere per reidratarsi e tornare indietro. Consumare liquidi in maniera costante durante il giorno è il miglior modo per evitarlo, magari sostituendo di tanto in tanto la sola acqua con qualche bevanda isotonica, con del tè freddo, con della frutta e abbondanti porzioni di verdura quotidiane.

Foto | Flickr

....
condividi 0 Commenti

Come capire se bevete abbastanza

pubblicato da fritha

aguaMantenersi idratati è importante per garantire il buon funzionamento dell’organismo ma qualche volta, con la complicità dell’inverno, non prestiamo troppa attenzione a questo aspetto, magari perché non avvertiamo lo stimolo della sete, specialmente se non pratichiamo sport e rimaniamo seduti per molte ore a lavorare. I segni per capire se siamo disidratati tuttavia sono chiari e fare attenzione può essere utile per porre rimedio in tempo.

Se per esempio vi sentite molto stanchi, sia a livello fisico che a livello mentale, può capitare che sia dovuto ad un senso di affaticamento dovuto a scarsa idratazione. Prima di chiedere aiuto al caffè e ad una bevanda energetica provate con la semplice acqua.

Se avete la pelle secca è evidente che non vi idratate abbastanza. Può dipendere anche dall’esposizione al sole o dalle condizioni climatiche come sbalzi di temperatura o atmosfera molto secca. Ma può essere dovuto anche a sbalzi ormonali. In alcuni casi però la colpa è dell’acqua che bevete. Anzi che non bevete. Lo notate anche dallo sguardo, un po’ spento e secco. Se portate le lenti a contatto probabilmente ve ne accorgerete prima.

Continua a leggere: Come capire se bevete abbastanza

....
condividi 0 Commenti

Qualche consiglio per la dieta in estate

pubblicato da Antonella Di Cintio (AkiraZhong)



Per questa calda estate pochi e semplici consigli dagli esperti per affrontare una dieta senza correre rischi. E’ proprio durante i mesi estivi che un gran numero di persone decide di mettersi a dieta, sfidando il gran caldo e la disidratazione. Primo consiglio: cautela e niente fretta.

Se si vogliono perdere un bel po’ di chili è essenziale rivolgersi a un professionista e non affidarsi all’istinto e alle diete fai da te; se invece si tratta di smaltire solo qualche chilo, allora si può seguire un regime alimentare controllato ma flessibile.

Fulvio Muzio e Michela Fiscella del Servizio di Dietologia e Nutrizione Clinica del Polo Universitario Luigi Sacco di Milano hanno proposto una serie di facili consigli per la dieta dell’estate.

Continua a leggere: Qualche consiglio per la dieta in estate

....
condividi 0 Commenti

Dieci buone ragioni per ridurre il consumo di bibite gassate

pubblicato da fritha

bibiteÈ un consiglio sempre valido quello di consumare il meno possibile le bibite gassate che non sono affatto amiche della dieta e del benessere, ma vogliamo darvi dieci buone ragioni ulteriori per convincervi che è meglio metterle da parte concedendosene solo una ogni tanto se proprio ci fa gola. I consigli vengono da Diet-blog.

Per cominciare aumentano i rischi di soffrire di osteoporosi a causa del contenuto di acido fosforico che impedisce il corretto assorbimento del calcio nell’organismo.

Per il loro alto contenuto di zuccheri, poi, possono aumentare anche il rischio di carie, anche perché spesso sono anche corrosive per lo smalto dei denti, che risulta indebolito e favorisce la carie.

Continua a leggere: Dieci buone ragioni per ridurre il consumo di bibite gassate

....
condividi 0 Commenti

L'acqua è la miglior cura contro le rughe

pubblicato da missunderstanding

rugheQualche giorno fa alcuni scienziati hanno individuato i geni che determinano l’invecchiamento: sono circa 1.500 e a gruppi controllano i modi in cui la pelle invecchia.

Per quanto riguarda la pelle, e la formazione delle rughe, queste dipendono dal funzionamento e dall’azione combinata di 700 geni responsabili del livello di idratazione della pelle.

Il funzionamento dei 700 geni è responsabile sia del livello di idratazione, sia di quello di collagene, sia del momento in cui la pelle inizia a invecchiare. Fondamentale in questa relazione tra geni e rughe è come e quanto la pelle riesce a conservare l’acqua ed è proprio sui processi di idratazione che ora si potrà lavorare, sviluppando prodotti efficaci che agiscano là dove è necessario.

Foto | Flickr

....
condividi 0 Commenti

La Peonia contro il prurito in testa, lenitiva per il cuoio capelluto sensibile

pubblicato da missunderstanding

peonia per prurito in testaCon la stagione calda, il cuoio capelluto può essere soggetto a irritazioni o a forti attacchi di secchezza, causati dalle alte temperature, dall’esposizione prolungata al sole, dall’acqua salata del mare. Questa eccessiva disidratazione può far sì che a volte si avverta una sensazione di prurito in testa: per lenire il fastidio del cuoio capelluto, ci vuole la Peonia.

La Peonia è un fiore originario della Cina, il significato del nome del fiore in latino è “adatta a guarire”: viene usata come anti-infiammatorio nei preparati dermatologici ed è ottima per il cuoio capelluto sensibile e irritato, perché ricca di principi attivi che donano immediato sollievo.

Attenzione però, se ingerita, la Peonia è velenosa, quindi, prima di darvi al giardinaggio con l’intenzione di realizzare una lozione per capelli lenitiva, prendete le dovute precauzioni o, molto più semplicemente, recatevi in farmacia o erboristeria e chiedete uno shampoo a base di estratto di Peonia.

Foto | Flickr

....
condividi 0 Commenti