Cos'è il carbonchio, i sintomi e la cura

Cosa è il carbonchio, come si trasmesse e quali sono i sintomi?

Il carbonchio è una malattia infettiva, una malattia provocata dal "Bacillus antraci" che colpisce gli animali, che da questi viene trasmessa all’uomo mediante delle piccole lesioni sulla pelle del soggetto, e interessa soprattutto coloro che per i più diversi motivi vengono spesso in contatto con gli animali. La malattia può però colpire anche i polmoni, se i germi patogeni vengono inspirati dal soggetto, o l’intestino, qualora la persona si trovi a mangiare carne infetta derivante da animali ammalati.

Tale malattia deve il suo nome al caratteristico colorito scuro che assume la parte di pelle dei soggetti colpiti e che si ritrova poi anche nel sangue dei pazienti affetti da questa patologia.

carbonchio

Nella sua forma cutanea, il carbonchio si manifesta sotto forma di una vescicola che si rompe e lascia il posto alla tipica "escara" nera, che con l’adeguato trattamento si cicatrizza. Per quanto concerne la forma polmonare invece, si tratta della forma più grave, caratterizzata da sintomi inizialmente difficili da distinguere (febbre, mal di testa, nausea, brividi, sensazione di stanchezza, dolore toracico,…).

Quando il carbonchio interessa l’intestino (carbonchio intestinale), la causa potrebbe essere ricondotta all’ingestione di carni infette, e fra i primi sintomi della malattia si registrano una perdita dell'appetito, vomito, nausea, seguita da vomito emorragico, dolori, diarrea emorragica. Se non curate in maniera tempestiva, le forme polmonare e intestinale del carbonchio possono portare alla morte del soggetto.

La cura del carbonchio varia in base alla forma specifica della malattia. A livello locale, si applicano antibiotici e fasce sterilizzate sulla parte interessata, mentre negli altri casi si procede con la somministrazione di penicillina G e tetraciclina, ed in alcuni casi limitati, si procede mediante la somministrazione di alte dosi di siero anticarbonchioso.

via | Treccani, Salute.Doctissimo, Cidimu

Foto | da Pinterest di Jean-Paul Marat

  • shares
  • +1
  • Mail