Cos'è la sicosi della barba, come riconoscerla e la terapia migliore

Cosa è la sicosi della barba, e come fare a curarla?

La sicosi della barba è un'infiammazione che si manifesta generalmente nella zona della barba oppure dei baffi. Si tratta di una follicolite che colpisce appunto la base del pelo e il tessuto intorno ad esso, ed è normalmente provocata dal già noto staphylococcus aureus, del quale vi abbiamo parlato qui. Tale infiammazione può essere contagiata da portatori sani, oppure può avvenire per auto-infezione. Può infatti accadere che una piccola ferita rappresenti la via di accesso per lo Stafilococco aureo, che si anniderà nel follicolo pilifero e farà quindi scattare l’infezione.

I sintomi della sicosi della barba si manifestano generalmente al di sotto del naso nella fase iniziale. In questa sede comparirà una piccola pustola superficiale alla base del pelo infetto.

A causa dell’uso del rasoio, o anche semplicemente grattandosi sulla parte infetta, l’infezione verrà contagiata ai follicoli più vicini, per poi propagarsi, formando delle chiazze scure, arrossate, dolenti e talvolta purulente, che si evolveranno poi in delle croste giallognole e di colore scuro e marrone.

sicosi della barba

Detto questo, la “sicosi della barba” è un’infezione molto ostinata e che tende ad estendersi con estrema facilità. Il trattamento della malattia varia in base alla sua specifica causa scatenante. Il soggetto dovrà applicare delle pomate disinfettanti sulla parte interessata. Inoltre, il paziente dovrà applicare degli impacchi e seguire una terapia antibiotica oppure antimicotica, in base alla causa di fondo. Per tutta la durata del trattamento, il soggetto sarà infine invitato a non radere la barba.

via | Wikipedia, Salute.okfree.it
Foto | da Pinterest di MensXP

  • shares
  • +1
  • Mail