Meno stress e cuore più sano, dormire in coppia protegge la salute

Scritto da: -

Si chiamano ossitocina e cortisolo e sono due buoni motivi per sopportare anche i partner più fastidiosi a letto. Per intenderci, quelli che russano, che digrignano i denti mentre dormono, che tirano tutte le coperte verso di sé o che vogliono stare abbracciati tutta la notte. Tutti fastidi che, stando ai risultati di ricerche sempre più numerose, vale la pena di sopportare per giovarne in termini di salute. Infatti dormire insieme alla propria dolce metà aumenta i livelli di ossitocina, un ormone che protegge il sistema cardiovascolare, mentre riduce quelli di cortisolo, l’ormone dello stress.

Sarebbero proprio questi effetti sui livelli ormonali a spiegare perché le coppie molto affiatate tendono ad avere un migliore stato di salute e a vivere più a lungo. Livelli elevati di cortisolo, ad esempio, sono stati associati a un aumento delle citochine, molecole che controllano l’infiammazione e che possono scatenare disturbi cardiovascolari, depressione e malattie autoimmuni. Una diminuzione del cortisolo, causata, probabilmente, dal fatto che dormire con il proprio partner aumenta le sensazioni di sicurezza e protezione, riduce anche i livelli di citochine, proteggendo, di conseguenza, la salute.

Dell’ossitocina, invece, si sa che viene rilasciata durante il sesso. Tuttavia, la sua produzione viene stimolata anche dal solo pensiero che si sta per dormire con una persona di cui si ama la compagnia, magari tenendola abbracciata o dopo aver chiacchierato un po’ prima di spegnere la luce.

David Hamilton, esperto degli effetti di questo ormone sulla salute, ha spiegato che

l’ossitocina ha un effetto a super-spirale; più contatti fisici si hanno, più verrà prodotta ossitocina, che porterà a volere più contatto e così via.

Quella che si può instaurare è, quindi, una vera e propria dipendenza le cui conseguenze vanno oltre la sensazione di vivere una relazione felice. Infatti l’ossitocina regola anche la digestione e sue carenze sono associate al rallentamento del funzionamento dell’apparato digerente e a disturbi come la sindrome del colon irritabile. Non solo, questo ormone riduce l’infiammazione e protegge il sistema cardiovascolare.

E anche se potrebbe sembrare strano, dividere il letto con qualcuno migliora la qualità del sonno. Alcuni studi hanno, infatti, dimostrato che le donne che hanno una relazione stabile si addormentano più facilmente e hanno un sonno migliore e che, anche se gli uomini tendono a muoversi nel sonno più delle donne, l’assenza del partner rende più agitato anche il sonno della compagna. Wendy Troxel, docente di psichiatria e psicologia dell’Università di Pittsburgh, ha spiegato che

le persone sposate – soprattutto quelle felicemente sposate – vivono più a lungo, più felici e più in salute rispetto a quelle non sposate o infelicemente sposate. Sappiamo anche che il sonno è estremamente importante per la salute e il benessere e che è un comportamento che le coppie condividono, perciò è ragionevole ipotizzare che ci sia un’importante legame con la loro salute.

Se i benefici sono così tanti, forse è proprio il caso di sopportare anche il partner più rumoroso, magari facendosi aiutare da un paio di tappi per le orecchie.

Via | DailyMail
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
3.88 su 5.00 basato su 110 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Benessereblog.it fa parte del Canale Blogo News ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.