Le cause della microcitosi e i sintomi da riconoscere

Cosa è la microcitosi e come si manifesta?

La microcitosi (nota anche con il nome di microcitemia) è una condizione piuttosto diffusa nel nostro Paese, un’alterazione di tipo genetico che interessa il sangue. Sostanzialmente si tratta di una alterazione ereditaria che provoca la presenza di un numero più alto di globuli rossi rispetto al livello normale. Questi globuli rossi appaiono inoltre con una forma appiattita e deforme, ed i livelli di emoglobina in essi contenuti sono più bassi rispetto alla norma. Per quanto concerne i sintomi della microcitosi, dobbiamo dire che di rado i portatori si rendono conto di avere la microcitemia.

I soli segnali che possono far sospettare che qualcosa potrebbe “non andare”, sono il pallore e una sensazione di debolezza. Le persone che presentano questa condizione, scoprono generalmente di averla solo dopo aver effettuato delle analisi di laboratorio, come ad esempio l'emocromo.

Microcitosi

Va ricordato che un portatore di microcitemia è una persona sana, e che conduce una vita del tutto normale. Tuttalpiù, le persone che presentano questa alterazione dovrebbero seguire una dieta sana e bilanciata (consiglio che vale in realtà per tutte le persone, indistintamente). Inoltre, bisognerà assumere preferibilmente alimenti ricchi di ferro, e quelli ricchi di vitamina C, che ne facilitano l'assorbimento. Evitate infine tutte le sostanze che potrebbero ridurre l’assorbimento del ferro.

Detto questo, la microcitemia è una condizione che si riscontra generalmente nelle anemie ipocromiche microcitiche (anemie sideropeniche, talassemie), ed una coppia di genitori microcitemici ha un rischio considerevolmente elevato di probabilità di far nascere un figlio talassemico, ed affetto dunque da una malattia molto grave.

via | BenessereVillage, Wikipedia
Foto | da Pinterest di Kassy Kickbush

  • shares
  • Mail