Alimentazione, la colazione giusta aiuta a combattere la sindrome metabolica

Iniziare già da adolescenti a prestare attenzione al primo pasto della giornata aiuta a proteggere la salute in età adulta. Ecco i rischi che si possono scongiurare a colazione

La colazione è uno dei pasti principali della giornata: insieme a pranzo e cena contribuisce a fornire le energie e i nutrienti necessari per affrontare al meglio gli impegni quotidiani. In molti, però, non se ne ricordano e dedicano poco tempo e poca attenzione al primo appuntamento del giorno con l'alimentazione. Spesso nemmeno i ragazzi mangiano abbastanza al mattino, una cattiva abitudine che può mettere in serio pericolo la loro salute quando avranno raggiunto l'età adulta. A svelarlo è uno studio dell'Università di Umeå, in Svezia, che ha rilevato un'associazione significativa tra una colazione inadeguata durante l'adolescenza e il rischio di sviluppare, una volta adulti, i sintomi della sindrome metabolica.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Public Health Nutrition, ha previsto l'analisi delle abitudini alimentari degli 889 partecipanti all'età di 16 anni, quando a tutti è stato fatto compilare un questionario contenente domande specifiche sulla colazione. Ventisette anni dopo i ricercatori hanno valutato l'incidenza dei sintomi della sindrome metabolica, una condizione in cui la presenza contemporanea di problemi come obesità, ipertensione e diabete aumenta significativamente i rischi cui è esposta la salute di cuore e arterie.

colazione adolescenti

E' stato così scoperto che fra gli individui che da adolescenti non facevano colazione o si limitavano a bere qualcosa o a mangiare qualcosa di dolce l'incidenza della sindrome metabolica è il 68% più elevata rispetto a quanto riscontrabile nella popolazione che sin da giovane ha iniziato la giornata con una buona colazione. In particolare, i sintomi della sindrome metabolica più strettamente associati ad una colazione insufficiente sono l'accumulo di grasso a livello dell'addome e valori di glicemia a digiuno più elevati della norma.

L'esatto motivo di questa associazione non è stato ancora chiarito.

Per capire i meccanismi coinvolti nel legame tra una colazione inadeguata e sindrome metabolica saranno necessari ulteriori studi

ha spiegato Maria Wennberg

ma i nostri risultati e quelli di molti altri studi precedenti suggeriscono che una colazione povera può avere un effetto negativo sulla regolazione degli zuccheri nel sangue.

Via | EurekAlert!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail