Tumori, otto consigli per ridurre il rischio di cancro

Alcuni piccoli accorgimenti possono aiutare ad esporre in modo minore allo sviluppo di forme tumorali: i consigli di Benessereblog.

Chiariamo subito un concetto: non esiste una vera e propria prevenzione efficace e sicura contro il cancro. Si possono privilegiare alcuni comportamenti che possono aiutare a ridurre il rischio, ma un vero e proprio amuleto contro la comparsa dei tumori non esiste, purtroppo, e forse non potrà esistere mai malgrado la ricerca faccia continui passi avanti per indagare sui meccanismi di sviluppo e progressione delle cellule tumorali nel corpo umano.

Naturalmente anche la genetica ha il suo peso nello sviluppo del cancro, quindi i consigli che ci apprestiamo a darvi hanno una loro relatività: chi ha avuto numerosi casi di forme tumorali aggressive in famiglia, ha un'alta probabilità (ma non la certezza) di svilupparne a sua volta, per quanto seguano una dieta sana e sport variegati; gli esperti hanno dimostrato che un terzo dei tumori che si sviluppano in età adulta sono comunque legati al proprio lifestyle, quindi dipendono dalle scelte di alimentazione, attività fisica e stile di vita che si sono scelti. Per ogni cattiva abitudine che si abbandona lungo la strada, quindi, diminuisce l'influenza che questa potrebbe avere sull'incidenza cancerogena.

Noi di Benessereblog abbiamo stilato una lista di otto consigli che possono aiutare a ridurre il rischio di cancro: eccoli qua sotto.

1. Non fumare


Le sigarette e la nicotina sono uno dei principali motivi per una maggiore esposizione allo sviluppo degli adenocarcinomi polmonari, ovvero i tumori al polmone. Anche lo smog e l'inquinamento ambientale possono contribuire, ma la causa primaria è proprio il fumo. Smettere di fumare -o non cominciare proprio- elimina la possibilità di sviluppo di questa forma cancerogena.

2. Non ingrassare e attento a cosa mangi


Siamo ciò che mangiamo: è vero, e non in parte. Scegliere accuratamente ciò che si mette nel piatto, riducendo le porzioni e seguendo un'alimentazione sana e adeguata, ricca di verdure e fibre, aiuta a non esporsi al rischio di tumore: un'alimentazione ricca di grassi saturi, carne rossa e insaccati può esporre al rischio di obesità, e l'obesità è uno dei principali fattori di sviluppo del cancro allo stomaco. Inoltre esistono dei potenti alimenti anticancro da consumare frequentemente.

3. Muoviti


L'attività fisica è un coadiuvante sia della perdita di peso, sia della diminuzione del rischio di cancro a livello gastrointestinale e polmonare specialmente negli uomini.
IAAF 'Day In The Life' in Kenya

5. Niente alcolici


L'alcol affatica il fegato e può portare allo sviluppo di diverse malattie gravissime, oltre ad esporre maggiormente a forme tumorali incurabili. Tagliarne il consumo e ridurlo a quantitativi di puro piacere, senza esagerare, è la soluzione migliore.

6. Liberati dallo stress


Scaricarsi attraverso l'attività fisica non basta? La musicoterapia può essere una soluzione per evitare di incorrere in comportamenti eccessivi, causati dallo stress. L'ansia non aumenta direttamente il rischio di tumore, ma può favorire abitudini errate come il bere e il mangiare molto e ad orari irregolari.

7.  Indaga sul tuo passato


La genetica è importante: permette di conoscere in anteprima quali sono le possibili malattie ereditarie, tra cui anche alcune forme tumorali tipo quella del cancro al seno. Avere le idee chiare sulle malattie della propria famiglia può essere un valido aiuto anche per regolarsi sugli esami diagnostici da sostenere.

8. Non esagerare con gli esami e gli screening


Screening, appunto: importante e fondamentale, non va preso alla leggera ma nemmeno fatto con la certezza di trovare qualcosa di brutto. Sottoporsi agli esami è un bene, esagerare no: il Pap test e la colonscopia possono aiutare ad individuare stati pre-cancerosi, ma non per questo vanno ripetuti in continuazione.

  • shares
  • Mail