Le cause e i sintomi dell'emocromo basso, cosa fare e cosa mangiare

Le cause dell'emocromo basso possono essere diverse e si possono associare a diversi sintomi e diverse patologie. Scopriamo insieme cosa fare per poter riportare i livelli di emocromo a quelli della normalità.

Emocromo basso, cause

Cosa fare se l'emocromo è basso? L'emocromo o esame emocitometrico o emmogramma è un esame di laboratorio che valuta forme, dimensioni e quantità dei globuli bianchi, dei globuli rossi, delle piastrine e di altre cellule del sangue. Con l'emocromo si possono stabilire i livelli di ematocrito ed emoglobina, ma anche altri parametri del sangue.

L'emocromo, un esame spesso di routine ed economico, che altro non è che un esame del sangue, è davvero molto utile. Saper leggere bene i diversi valori è importante per capire se il nostro organismo è in salute o meno.

Bassi valori di globuli rossi nel sangue possono indicare la presenza di anemia, mentre l'emoglobina bassa può essere provocata da difetti genetici, carenze alimentari o da malattie come infezioni, patologie della tiroidea, leucemie, ma anche in presenza di dieta vegetariana, gravidanza o interventi chirurgici.

Un ematocrito basso, invece, ci parla di anemia, ma anche di presenza di perdita di sangue provocata da traumi, interventi, emorragie o altri problemi. E ancora, emolisi, carenze nutrizionali come la mancanza di vitamine e nutrienti come ferro e folati, assunzione di farmaci chemioterapici o la presenza di insufficienza renale.

Ovviamente le cure dovranno essere associate alla causa che ha abbassato i livelli dell'emocromo, ma solitamente si suggerisce una dieta o un'integrazione di ferro, folati e vitamine, oltre ad ulteriori indagini diagnostiche

Via | Albanesi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail