I valori del sodio nel sangue e cosa fare se è alto o basso

Ecco quali sono i normali valori del sodio nel sangue e cosa fare se sono più alti o più bassi rispetto alla norma.

sodio analisi

Quali sono i normali valori del sodio nel sangue? Il sodio è una sostanza fondamentale per numerosi processi vitali dell’organismo. Tale sostanza interessa infatti il funzionamento nervoso e quello muscolare, ed i suoi valori di riferimento sono compresi fra 135-146 mEq/l. Qualora i livelli di sodio nel sangue dovessero essere più elevati rispetto alla norma, si parlerebbe di Ipersodiemìa (o ipernatremia), mentre livelli più bassi rispetto alla norma (dunque inferiori a 135 mmol/L) determinano una condizione nota con il nome di iponatriemia, o iposodiemia.

Nel primo caso, ovvero nel caso in cui i livelli di sodio dovessero essere eccessivamente alti rispetto ai valori normali, le cause potrebbero essere febbre, diarrea, eccessiva sudorazione, eccessiva ingestione, l’assunzione di farmaci cortisonici, ustioni, diabete, edemi o sindrome di Cushing. Il trattamento sarà naturalmente valutato in base alla causa scatenante del problema.

Quando i valori del sodio sono invece inferiori rispetto alla norma (iponatriemia), le cause potrebbero essere ricercate nell’assunzione di farmaci diuretici, acidosi, vomito, cirrosi epatica, insufficienza cardiaca, nefrosi… . Fra i sintomi dell’iposodiemia troviamo pressione bassa, mal di testa, tachicardia, stanchezza, crampi, debolezza muscolare. Anche in questo caso, il trattamento cambierà naturalmente in base alla causa scatenante. Qualora il problema fosse determinato dall’assunzione di farmaci, basterebbe ridurre o sospendere la terapia che ha determinato tale problema.

Foto | da Pinterest di Barbara Duiverman
via | Universonline

  • shares
  • Mail