La sindrome di Sjögren: i sintomi, i criteri diagnostici e la terapia

La sindrome di Sjögren è una patologia infiammatoria cronica non rarissima: ecco di cosa si tratta esattamente.

La sindrome di Sjögren

La sindrome di Sjögren è una malattia infiammatoria cronica che interessa centinaia di migliaia di persone nel mondo. Tale patologia si manifesta quando il proprio sistema immunitario non riconosce le proprie cellule, i propri tessuti e gli organi, ed attacca quindi in particolar modo le ghiandole esocrine. I sintomi della sindrome di Sjögren sono in primis la bocca secca e gli occhi secchi, ma non solo.

Tale malattia comporta infatti altri sintomi, come una grave secchezza della pelle, secchezza vaginale, eruzioni cutanee, problemi della tiroide, intorpidimento, debolezza. Ne conseguono inoltre problemi come alterazioni della funzionalità renale ed epatica, eruzioni cutanee, aumento del rischio di neoplasie linfatiche, dolori alle articolazioni e ai muscoli.

La diagnosi della sindrome di Sjögren arriva quasi sempre molto tempo dopo l’insorgenza dei primi sintomi. Il medico eseguirà una visita medica completa, valutando il livello di secchezza degli occhi e della bocca. Andranno poi eseguiti dei test specifici (come ad esempio il test di Schirmer, la biopsia del labbro inferiore, tests bioumorali …) al fine di valutare l’esatta condizione del paziente.

Il trattamento della malattia è volto ad alleviarne i sintomi, mediante l’utilizzo di prodotti che suppliscano la secrezioni ghiandolari (sia a livello salivare che oculare). Il medico consiglierà inoltre l’utilizzo di farmaci antinfiammatori ed immunosoppressori per tenere sotto controllo i sintomi, mentre nei casi più gravi, sarà necessario un intervento farmacologico più massiccio.

via | Sjogren.it
Foto | da Pinterest di Healthguru

  • shares
  • Mail