Morto Sam Berns, il ragazzo di 17 anni che invecchiava prematuramente e soffriva di progeria

Si è spento all’età di 17 anni Samuel Berns, il ragazzo che invecchiava prematuramente a causa di una malattia nota con il nome di "Progeria".

Samuel Berns morto

Samuel Berns, il ragazzo che aveva soli 17 anni ma che mostrava l’aspetto di un anziano, è morto venerdì 10 gennaio, a causa di una serie di complicazioni dovute alla sua grave malattia, nota con il nome di “progeria di Hutchinson-Gilford”. Proprio questo giovane e coraggioso ragazzo era stato protagonista di un documentario dal titolo “La vita secondo Sam”, in cui spiegava come fare a convivere con la sua patologia.

Come vi abbiamo spiegato qui, la progeria è una malattia molto rara, una malattia determinata da una mutazione genetica e che si manifesta intorno ai primi sei mesi di vita del bambino. La speranza di vita delle persone affette dalla progeria è di circa 15/20 anni, o anche meno.

Al giovane Sam la patologia venne diagnosticata quando aveva solo 22 mesi di vita, ed i suoi genitori fondarono insieme la "Progeria Research Foundation". La stessa madre di Sam, medico come il padre, è riuscita a individuare una proteina che si riscontrerebbe in quantità maggiori nei bambini che sono affetti da questa malattia. “Vorrei che mamma trovasse una cura per la progeria, - diceva il piccolo Sam, fiducioso - so che non smetterà di lavorare alla ricerca finché non verrà trovata una cura”.

Del resto, così come la madre, anche il giovane ragazzo non aveva mai perso le speranze e la voglia di andare avanti: “Anche se ho molti ostacoli da superare nella mia vita - aveva dichiarato lo stesso Sam in occasione della Ted conference nel 2013 - non voglio che le persone si sentano male per me. Io non spreco energie per farlo. Mi circondo delle persone che vogliono stare con me e continuo ad andare avanti”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati
via | Corriere

  • shares
  • Mail