La febbre mediterranea familiare: cause, sintomi e terapia

La febbre mediterranea familiare è una malattia autoinfiammatoria, che si presenta con episodi di febbre e sierosite che si possono ripetere spesso nel tempo. Ecco tutti i sintomi, le cause e i rimedi.

febbre mediterranea familiare

La febbre mediterranea familiare è una malattia autoinfiammatoria tipica del sud est del mediterraneo, anche se non è rara nei paesi del sud Europa come Italia, Grecia e Spagna. Di solito compare prima dei 30 anni: prima si manifesta, più potrebbe essere grave. Diversi i sintomi di questa malattia, che nel tipo 1 presenta attacchi di febbre e sierosite che durano da 1 a 4 giorni e si manifestano uno a settimana o ogni 2-3 anni. Il tipo 2, invece, si manifesta esclusivamente con amiloidosi.

Le cause scatenanti della febbre mediterranea familiare possono essere lo stress, un'alimentazione ricca di grassi, infezioni, farmaci, il ciclo mestruale e anche l'esposizione al freddo. I sintomi più importanti sono solitamente accompagnati da segnali più blandi, come mialgia, cefalea, nausea, dispnea, artralgia, lombalgia, astenia, ansia. Anche il dolore addomilae, la costipazione e l'artrite possono essere dei sintomi della patologia.

Per poter trattare la febbre mediterranea familiare, che può essere individuata anche con test prenatali consigliati per le gravidanze a rischio e per soggetti portatori di questa patologia, si è soliti usare la colchicina, che riduce ed elimina gli attacchi di febbre e di sierosite e che è in grado di prevenire l'amiloidosi.

Il dosaggio ovviamente verrà fornito dal proprio medico curante, che in alternativa, ma non con la stessa efficacia, può consigliare l'anakinra, l'interferone alfa e gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina.

Via | Orpha

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail