Cos’è l’acantosi nigricans, i sintomi e la cura

L'acantosi nigricans è una particolare patologia che potrebbe colpire la nostra pelle: scopriamo insieme come e perché si manifesta questa malattia della pelle e quali sono le possibili cure che possiamo adottare.

acantosi nigricans cura

L'acanthosis nigricans è una malattia della pelle che si presenta con fenomeni di iperpigmentazione e ipercheratosi: la cute del corpo, in particolare delle aree di flessione come nuca e ascelle, collo, inguine e ombelico. Può essere una malattia benigna, oppure nascondere una patologia maligna: colpisce maggiormente le persone che hanno una pigmentazione cutanea scura, che soffrono di obesità, che sono in sovrappeso. Colpisce sia gli uomini sia le donne.

Sono diverse le malattie che sono da collegare all'acanthosis nigricans: abbiamo il diabete, dal momento che in molti pazienti sono stati riscontrati livelli elevati di insulina, ma anche l'acromegalia, le ovaie policistiche, l'irsutismo e un'altra tipica malattia endocrinologica come l'ipotiroidismo.

La malattia può essere anche provocata da agenti chimici, come l'acido nicotinico, il dietilstilbestrolo, ma anche i contraccettivi orali e i glucocorticoidi esogeni.

Le forme benigne di acanthosis nigricans, le più frequenti nei pazienti che ne sono affetti, vengono solitamente curate tramite l'alimentazione, con l'assunzione di cibi che siano in grado di ridurre i livelli di insulina nel corpo e quindi di tenere a bada il diabete. I trattamenti dell'acanthosis nigricans possono anche essere altri, come la tretinoina, l'urea 20%, l'acido salicilico e gli alfa idrossiacidi.

La terapia, ovviamente, dovrà curare la causa e la malattia che ha scatenato questa patologia della pelle, prima di poter risolvere il disturbo epidermico.

Foto | da Pinterest di Raquel de Santiago

Via | Orpha

  • shares
  • Mail