Psicologia: ansia da prestazione? Sconfiggila con l’eccitazione

Soffrite di ansia da prestazione? Ecco come superarla secondo una nuova ricerca!

ansia da prestazione eccitazione

Ansia da prestazione? Basta fare un paio di respiri profondi e tutto si risolverà. Giusto? Ebbene no, a quanto pare le cose non stanno esattamente così! Ad analizzare l’ansia da prestazione ed i modi migliori per superarla ci avrebbero pensato i membri della Harvard Business School, che attraverso un’interessante ricerca, avrebbero scoperto che, in realtà, per riuscire a superare questo problema ci si dovrebbe in realtà … eccitare!

Per giungere a tale conclusione sarebbero state prese in esame le reazioni di un gruppo di volontari di entrambi i sessi, ai quali sarebbe stato chiesto di preparare un discorso atto a convincere delle proprie qualità lavorative una commissione particolarmente severa. Dopodiché, ai volontari sarebbe stato chiesto di calmare l’ansia scegliendo una delle due frasi: “Sono tranquillo” oppure “Sono gasato”.

Ebbene, stando a quanto emerso dal monitoraggio del respiro e del battito cardiaco dei volontari, pare che coloro che si sono auto-incitati (“Sono gasato”) siano riusciti a ritrovare la calma molto di più rispetto a coloro che invece hanno cercato di auto-tranquillizzarsi.

Dopodiché, sarebbero stati condotti altri esperimenti, prima dei quali sarebbe stato chiesto ai volontari di scegliere una frase da auto-pronunciarsi (“devo cercare di eccitarmi” o “devo cercare di mantenere la calma”), o un aggettivo per descrivere il proprio stato d’animo (ansioso, eccitato, calmo, arrabbiato o triste) prima di una particolare performance, come eseguire dei test di matematica e cantare al karaoke.

Ebbene, a quanto pare, anche durante gli esperimenti successivi, i partecipanti che si sono detti entusiasti, hanno ottenuto dei risultati migliori nella loro performance. Come se non bastasse, gli “entusiasti” avrebbero affermato di sentirsi davvero più fiduciosi nelle proprie possibilità.

“Stando così le cose, - spiega giustamente la dottoressa Alison Wood Brooks - le persone dovrebbero cercare di concentrarsi sulle potenziali opportunità. Essere positivi paga davvero, e le persone dovrebbero affermare di essere eccitate. Anche se non ci credono in un primo momento, dicendo 'Sono entusiasta', si aumentano forti e autentici sentimenti di entusiasmo”.

Insomma, a quanto pare, il modo in cui noi stessi parliamo dei nostri sentimenti, eserciterebbe effettivamente una forte influenza sul nostro reale stato d’animo! Non rimane che prenderne atto e mettere in pratica questo nuovo metodo!

via | La Stampa
Foto | da Pinterest di Carla Arena

  • shares
  • Mail