Pericolo succhi di frutta: promuovono l'obesità come le bibite gassate

i succhi di frutta possono promuovere l'obesità

Nessuna immagine è più salutare di una mela, eppure anche la frutta può mettere a rischio la salute promuovendo l'obesità. Ma, come sarebbe sempre buona abitudine, non bisogna fare di tutta l'erba un fascio: a far ingrassare sono i succhi di frutta, che, a detta degli esperti, sono del tutto paragonabili alle bibite gassate.

I pericoli nascosti nei succhi di frutta sono stati portati alla luce da diversi studi scientifici e da un documentario sponsorizzato dal governo statunitense e dai Centres for Disease Control and Prevention. Proprio in questo documentario Robert Lusting, specialista di obesità infantile, ha spiegato che

quando si prende un frutto e lo si spreme si buttano le fibre nella spazzatura. Queste sono la parte buona del frutto.

I danni, però, non si fermano qui. Infatti quando si beve il succo non ci si sazia e, di conseguenza, può essere facile consumarne quantità eccessive.

La reazione dei produttori non ha tardato a farsi sentire. La Juice Products Association ha tenuto a precisare che le ricerche hanno dimostrato che una dieta che include succhi contenti il 100% di frutta è, nel complesso, più nutriente e riduce il consumo di grassi alimentari, grassi saturi e zuccheri aggiunti. Ma quanti sono i succhi che contengono il 100% di frutta? Basta fare una piccola ricerca in Internet per rendersi conto che molti prodotti contengono, in realtà, una percentuale di polpa di frutta variabile tra il 30 e il 50% e, soprattutto, quegli zuccheri aggiunti che rendono pericolose proprio le bevande gassate.

Ma, come spiega nello stesso documentario Elsie Taveras, codirettrice dell'Obesity Prevention Programme dell'Harvard Medical School

non è così difficile convincere una famiglia che le bevande gassate non apportano nessun beneficio nutrizionale. E' più difficile convincere le famiglie che i succhi possono contenere quasi gli stessi zuccheri di un bicchiere di soda.

Insomma, per dirla con le parole di Jerome Paulson, esperto dell'American Academy of Pediatrics

non bevete una mela. Mangiatela.

Via | fruitnet.com
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail