Cos'è la fibromialgia, le cause, i sintomi e la terapia

La definizione di sindrome fibromialgica, come riconoscerla e quali sono le cure più indicate per contrastarla.

La fibromialgia, detta anche anche sindrome fibromialgica, è una sindrome di patologie che colpiscono il sistema di comunicazione tra le cellule del sistema nervoso centrale e che iniziano a percepire come dolorosi dei movimenti che in realtà non lo sono: in questo modo il corpo subisce uno stress da affaticamento che si manifesta con stanchezza diffusa, astenia e difficoltà di movimento. La fibromialgia è quindi la condizione dolorosa che colpisce le fibre di tendini, legamenti e muscoli e tende solitamente a cronicizzare nel tempo.

Le cause della fibromialgia sono tuttora sconosciute perché su questa particolare sindrome si è iniziato a investigare approfonditamente sono da qualche anno: tra le possibili motivazioni vengono segnalate le alterazioni a livello dei neurotrasmettitori, alcuni disequilibri ormonali, alterazioni del sonno o particolari situazioni di stress che possono inferferire con il sistema di comunicazione cellulare neurovegetativo, causando una forte percezione del dolore e della tensione muscolare anche senza sforzi eccessivi.

I sintomi principali sono tutti riconducibili alla sensazione di dolore trasmessa ai muscoli, specialmente in alcuni punti specifici: anteriormente i punti del massima intensità del dolore sono l'interno delle ginocchia, l'esterno dell'incavo del gomito, sopra e sotto le ossa delle clavicole, mentre posteriormente sono i punti sotto la nuca, le clavicole, alla fine della schiena e sulla parte esterna delle cosce all'altezza del femore.

Altri sintomi correlati alla sindrome fibromialgica ma difficilmente presenti contemporaneamente possono essere i seguenti:


  • cefalea

  • ansia

  • depressione

  • attacchi di panico

  • difficoltà di concentrazione e scarsa attenzione

  • diminuzione della forza muscolare in mani e braccia

  • astenia

  • rigidità e impaccio nel movimento al risveglio

  • crampi notturni

  • spasmi muscolari

  • visione sfocata e confusione

  • percezione di temperatura alterata

  • intolleranza al freddo oppure al caldo-umido, o a tutti e due,

  • pelle ipersensibile

  • fotofobia

  • sindrome del colon irritabile


La terapia di cura per la fibromialgia prevede un'accurata analisi della sintomatologia che colpisce il singolo: solitamente si somministrano antidolorifici come paracetamolo e simili, o antinfiammatori non steroidei, e si prosegue la vita di una corretta igiene del sonno ed educazione al dormire; inoltre si consiglia un'alimentazione in grado di contrastare la stanchezza e un'accurata attività fisica dolce, come lo Yoga, in grado di alleviare il dolore dopo aver superato la fase acuta iniziale.

Via | Albanesi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail