Calcolo delle calorie: quanto conta in una dieta sana? Il caso delle noci

noci

Su Benessereblog ci capita spesso di parlare dei benefici delle noci. Diversi studi hanno accertato che consumare noci ma anche altra frutta secca, tra cui mandorle, pistacchi, contribuisce a migliorare le abilità cognitive, contrastando l'invecchiamento cerebrale, e ci protegge dai fattori di rischio di diverse malattie croniche.

Un lettore ci faceva però giustamente notare in un commento che le noci sono ipercaloriche. Vero, ma non tutti i cibi ipercalorici sono da demonizzare ed in generale dare troppo peso al conteggio delle calorie può risultare controproducente in una dieta sana ed equilibrata. Lo spiega bene in un recente articolo il dottor Filippo Ongaro, autore di Mangia che dimagrisci, specificando che le calorie contano molto meno di quanto ci hanno raccontato. Ci sono infatti dei cibi ipocalorici, leggi molti prodotti light, industriali ed iperprocessati, che mandano delle informazioni sbagliate alle nostre cellule e sono sicuramente più demonizzabili delle noci. Inoltre:

Introducendo calorie buone con le noci chi le consuma evita di assumere calorie sbagliate da altri cibi.

Le noci, infine, garantiscono un elevato apporto di calcio, ma a differenza dei formaggi, prodotti decisamente più lavorati e complessi, non ci lasciano l'eredità scomoda del colesterolo cattivo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail