Dieta, quali sono le alghe migliori per dimagrire? Benefici e controindicazioni

Le alghe per dimagrire possono essere un aiuto per aiutarci a perdere peso in maniera naturale. Ma fate attenzione, perché oltre ai tanti benefici ci sono anche delle controindicazioni da tenere presente.

alghe migliori per dimagrire

Le alghe per dimagrire sono utili nel caso siate a dieta per perdere peso. Le alghe sono perfette per bruciare i grassi, per mangiare meno, anche perché saziano molto e placano il senso di fame. Aiutano anche nella digestione, sono in grado di regolare lo zucchero e il grasso nel sangue, aiutano in caso soffriate di stitichezza e non dimentichiamo che proteggono anche da malattie cardiovascolari, infiammazioni e tumori all'intestino.

Le alghe ricche di mucillagini migliori per dimagrire si possono trovare nei negozi specializzati o in erboristeria e si possono cuocere in zuppe o minestre o mangiate in insalata, ma non mancano integratori a base di alghe ideali per dimagrire e perdere peso, ovviamente in un regime alimentare ipocalorico e con uno stile di vita che prevede un po' di sana attività fisica.

Le alghe migliori per dimagrire sono il Kombu che riduce il senso di fame e che possiamo usare in cucina al posto del sale, il Kelp, per stimolare il metabolismo e la diuresi, l'Hiziki, per aiutare l'attività intestinale, il Wakame, in grado di sciogliere i grassi.

Ovviamente anche in questo caso bisogna fare attenzione: le alghe per dimagrire non vanno usate L'alga wakame, ad esempio, non va usata durante la gravidanza e non più di due volte a settimana, con un intervallo di una quindicina di giorni tra un utilizzo e l'altro, mentre l'alga fucus non va usata in caso di ipertiroidismo o se si assumono ormoni sintetici o altri farmaci come quelli per la cura del diabete e coagulanti.

Via | Riza

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail