Come aumentare le energie in quattro semplici mosse

A volte per sconfiggere la stanchezza basta agire sullo stile di vita. Scopriamo cosa consigliano gli esperti

ricaricare batterie

La stanchezza può essere sintomo di disturbi di natura molto diversa fra loro. A volte, però, ci si sente stanchi e privi di energie senza che alla base della spossatezza ci siano dei problemi medici. La vita moderna, caratterizzata da ritmi stressati, può facilmente consumare tutte le riserve a disposizione e preoccuparsi eccessivamente per supposti problemi di salute può addirittura finire col peggiorare la situazione.

Se anche gli accertamenti medici escludono che alla base della stanchezza ci siano cause più serie rispetto allo stress è possibile correre ai ripari con qualche semplice accorgimento. Ecco cosa consigliano gli esperti dell’Harvard Medical School di Boston per aumentare in poche mosse le energie a disposizione per affrontare la giornata.


  • Rallentate i ritmi. Per andare avanti non c’è bisogno di correre, anzi. Evitare di consumare tutte le energie in poco tempo può solo essere d’aiuto. Pianificate le vostre giornate dividendo gli impegni tra mattino, pomeriggio e sera. E tra i diversi momenti della giornata concedetevi un po’ di riposo e dedicate il giusto spazio anche ai pasti.
  • Fate una passeggiata o un riposino. Quando ci si sente privi di energie un pisolino di 20-30 minuti non può fare che bene. L’unica controindicazione riguarda chi ha problemi di insonnia: in questo caso è meglio evitare la siesta e optare per una camminata rilassante.
  • Non cercate di risolvere il problema assumendo una pastiglia. Secondo gli esperti non c’è nessuna prova che assumere ferro, vitamine del gruppo B o altri supplementi che promettono di ricaricare le batterie siano davvero efficaci. Insomma, non fate troppo affidamento sugli integratori.
  • Seguite un’alimentazione sana. Non c’è dubbio che un dolcetto ipercalorico possa aiutare a risollevare il morale, ma per quanto riguarda le energie fisiche l’effetto di ricarica è solo momentaneo. Infatti l’organismo metabolizza velocemente questo tipo di cibi e affidarsi agli zuccheri porta inevitabilmente a dover fronteggiare di nuovo la stanchezza dopo poco tempo. Meglio scegliere cibi ricchi di proteine magre e carboidrati non raffinati, non saltare i pasti e non dimenticare nemmeno gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio. Una scelta salutare per una merenda è uno yogurt magro con un po’ di miele e della frutta secca.

Via | Harvard Medical School
Foto | da Flickr di Jami3.org

  • shares
  • Mail