Il vero rischio del pranzo in ufficio è la trombosi

pausa pranzo in ufficio aumenta rischio trombosi

Mangiare seduti alla scrivania del proprio ufficio aumenta la probabilità di trombosi. A mettere in guardia dalla pausa pranzo mordi-e-fuggi sono i risultati di un'indagine condotta da Richard Beasley, direttore del Medical Research Institute of New Zealand, secondo cui questa cattiva abitudine aumenta di 2,2 volte il rischio di formazione di coaguli sulle pareti dei vasi sanguigni.

Rimanendo seduti per più di 90 minuti, infatti, il flusso di sangue nelle vene sotto alle ginocchia diminuisce del 50%. E' proprio questo fenomeno ad aumentare la probabilità che si formino i coaguli, che va ad aggiungersi agli altri rischi di una vita passata seduti alla scrivania. A tal proposito Beasley ha spiegato che

le persone sanno che uno stile di vita sedentario aumenta il rischio di obesità, diabete e malattie cardiovascolari più in là nella vita. Tuttavia, sono molto pochi ad essere consapevoli del fatto che l'immobilità prolungata sul posto di lavoro mette immediatamente in pericolo.

Per questo motivo gli esperti sottolineano la necessità di informare i lavoratori riguardo ai rischi associati all'abitudine di rimanere seduti per molto tempo.

Via | DailyMail
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail