La dieta per la gotta: i cibi consigliati e quelli da evitare

Qual è la migliore dieta per la gotta? Ecco alcuni consigli utili per voi.

Dieta per la gotta

La gotta è una patologia provocata da un eccessivo accumulo di acido urico che va a depositarsi a livello delle articolazioni e dei tessuti. Tale patologia provoca una infiammazione e un dolore molto acuto, e colpisce perlopiù il sesso maschile, per l’esattezza i soggetti di età superiore ai 40 o 50 anni. Fra le cause che comportano l’insorgenza di questa malattia, vi sono in primo luogo quelle genetiche ed ambientali, ma un occhio di riguardo va riservato anche all’alimentazione, che gioca un ruolo importantissimo per il benessere del nostro organismo.

Dieta per la gotta, cibi da evitare


In linea generale, in presenza di gotta bisognerebbe tenere alla larga tutti gli alimenti ricchi in purine ed evitare gli eccessi. Qualora il paziente fosse in forte sovrappeso, si consiglierebbe dunque una moderata dieta ipocalorica, dieta che non dovrà però essere drastica, per evitare la formazione di acidi urici nel sangue. Il paziente dovrà dunque evitare di digiunare, dovrà inoltre evitare di seguire una dieta troppo ricca di grassi e proteine, e limitare il consumo di alcool. Evitate le carni grasse o molto lavorate, gli insaccati, i formaggi stagionati grassi, alcool e lardo.

Dieta per la gotta, cibi consigliati


Detto questo, fra i cibi consigliati in presenza di gotta vi sono invece carni come il pollo, il pesce magro, i vegetali, latte scremato, e tisane, ed anche il caffè. Via libera anche all’olio extravergine d’oliva, mentre andrà limitato il consumo di maionese, frutta secca, latte intero. Per quanto riguarda i metodi di cottura, scegliete quelli più semplici. Indispensabile sarà infine bere una buona quantità di acqua ogni giorno, come consigliano da sempre gli esperti.

via | Farmacoecura, MyPersonalTrainer
Foto | da Pinterest di HealthCastleGlo

  • shares
  • Mail