La salute delle ossa, dalla dieta all'esercizio fisico consigli per prevenire l'osteoporosi

Scritto da: -

esercizi ossa

Ne soffre una donna su tre ed un uomo su cinque. Parliamo dell’osteoporosi, l’indebolimento delle ossa. A far diventare le ossa più fragili, esponendole ad un rischio maggiore di fratture è un insieme di fattori: l’avanzare dell’età (nelle donne il rischio sale con la menopausa), una dieta povera di calcio, uno stile di vita scorretto, caratterizzato da eccessi alimentari e poco esercizio fisico, farmaci antiepilettici e medicinali a base di cortisone.

Non bisogna sottovalutare la salute delle ossa, dal momento che la fragilità ossea può causare la frattura del femore (curabile con un intervento chirurgico), del polso, dell’òmero e fratture vertebrali irreversibili: una vertebra deformata non si può più sistemare. Per prevenire l’osteoporosi bisogna limitare l’esposizione ai fattori di rischio principali: evitare di fumare, di assumere, per quanto possibile, farmaci a base di cortisone, di eccedere con i superalcolici. Inoltre bisogna fare attività fisica regolarmente ed esporsi al sole per permettere all’organismo di produrre vitamina D.

Nello specifico, gli esercizi più indicati sono quelli di resistenza: tapis roulant, jogging, bici, pesi. Per i pesi è essenziale procedere in modo graduale, senza sottoporsi a sforzi eccessivi. Fare attività fisica riduce il dolore e la rigidità ossea e rafforza il calcio nelle ossa.

Per quanto riguarda la dieta, aiuta consumare latte, yogurt e formaggi. Tra i formaggi l’emmental ed il parmigiano sono particolarmente indicati. E ancora: legumi, soprattutto ceci, fagioli e lenticchie, verdure, in special modo indivia, rucola e lattuga. Tra le spezie la più indicata per la salute delle ossa c’è il rosmarino. Infine, bere acqua minerale aiuta a rafforzare ulteriormente le ossa.

Per quanto riguarda la prevenzione dell’osteoporosi, le donne che stanno entrando in menopausa dovrebbero sottoporsi al MOC, un esame che misura la massa ossea. In caso di esposizione eccessiva al rischio di fratture, il reumatologo può decidere di prescrivere farmaci che riducono il riassorbimento osseo e favoriscono la ricostituzione delle ossa.

Via | ANDID
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
3.62 su 5.00 basato su 13 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Benessereblog.it fa parte del Canale Blogo News ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.