Psicologia dell'attrazione, prendi il partner per il cervello

innamorarsi

Se siete alla ricerca dell'anima gemella o avete già individuato un potenziale partner, conoscere alcuni dei meccanismi cerebrali che si nascondono dietro al complesso fenomeno dell'attrazione potrebbe facilitarvi la conquista. Oggi vi sveliamo alcune carte giuste da giocare:


  • La musica. Immancabile per creare l'atmosfera giusta. Le canzoni terribilmente sdolcinate ci predispongono, nostro malgrado, al flirt. E per nostro malgrado si intende che anche se non si presentano Clooney o la Canalis dopo l'ascolto, ma un uomo o una donna mediamente affascinanti, si è più propensi a dare il proprio numero di telefono o ad accettare un appuntamento. Lo ha dimostrato uno studio francese pubblicato sulla rivista Psychology of Music. Le note di Je l'aime à mourir di Francis Cabrel vi accompagneranno nella conquista.
  • I colori. Il colore giusto per attrarre è il rosso. Lo hanno dimostrato diversi studi, confermando che vestirsi di rosso attrae l'attenzione sia degli uomini che delle donne, perché è un segnale di fertilità, dominanza e disponibilità sessuale, comune anche ad altri animali.
  • La finta indifferenza. Funziona perché il nostro cervello trova più attraenti le cose difficili da raggiungere ed in esclusiva. Vale quando si fa shopping e vale anche in amore. Ma occhio a come la usate, vi spiegavamo qui come evitare di attirarvi partner poco interessati a voi con un atteggiamento indifferente.
  • Lo sguardo. Uno sguardo fisso, intenso, penetrante comunicherà interesse ed attrazione più di qualsiasi parola. Ed è un buon modo per esprimere interesse e sondare il terreno, più o meno favorevole, senza esporsi troppo. Se lui o lei ricambia con la stessa intensità e/o sorride, probabilmente l'attrazione è ricambiata. Vi diamo un ulteriore suggerimento per capirlo: se le pupille sono dilatate è un segnale di grande interesse. Lo sguardo diretto innesca una parte primitiva del cervello, legata a due emozioni e reazioni basilari: approccio o allontanamento. Quando qualcuno ci fissa, non possiamo ignorarlo: possiamo ricambiare o rifuggire lo sguardo, esprimendo nel primo caso interesse, nel secondo rifiuto.
  • Gli odori. L'odore del partner ha più importanza per le donne che hanno un olfatto più sensibile. In particolare sono cento volte più sensibili all'esaltolide, il caratteristico odore del muschio del Tonchino. Uomini, siete avvisati. Gli odori sono fortemente evocativi, dunque sarà l'esperienza personale a farci reputare gradevole un odore associato a momenti piacevoli piuttosto che sgradita un'altra fragranza. L'odore di sudore, ad esempio, è repellente in diverse culture. In Giappone è associato alla lunga tradizione dei matrimoni combinati, quando si era costretti a stare a stretto contatto con estranei che non si reputavano attraenti. Da allora gli odori corporei sono particolarmente sgraditi ai giapponesi.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: