Le proprietà dell'olio essenziale di bergamotto e i benefici per la salute

E' antiossidante, antibatterico e antifungino, ma non solo. Ecco tutte le potenzialità dell'essenza di questo agrume tipicamente italiano

bergamotto

Il bergamotto è un agrume tipico delle terre italiane. In Calabria, dove ben 120 chilometri della fascia ionica della provincia di Reggio Calabria sono dedicati alla sua coltivazione, si produce una varietà Dop ideale per preparare gustose spremute. I suoi benefici non si limitano però al consumo del frutto: anche il suo olio essenziale possiede proprietà benefiche sfruttate ormai da tempo per la produzione di repellenti per gli insetti, ma che secondo le ricerche condotte nel corso degli anni possono avere anche effetti positivi anche sulla salute.

L'olio essenziale di bergamotto esercita infatti un'azione antibatterica in grado di inibire anche la crescita di microbi resistenti agli antibiotici. Un esempio? Uno studio pubblicato nel 2009 sul Journal of Applied Microbiology ha dimostrato che l'uso combinato degli oli essenziali di bergamotto e arancio blocca la crescita dei batteri resistenti alla vancomicina.

Nemmeno i funghi possono sentirsi al sicuro. Studi condotti su modelli animali hanno infatti dimostrato che l'olio essenziale di bergamotto potrebbe essere efficace nel trattamento topico delle infezioni da candida e che è efficace anche contro la Prototheca, un'alga che simile ad un fungo.

Inoltre alcune componenti di quest'olio riducono l'attività dei radicali liberi e questa loro attività antiossidante potrebbe essere utile nel trattamento dei disturbi vascolari. Non solo, nei topi l'uso combinato dell'olio di bergamotto e di quello di Lycium ferocissimum aumenta l'attività dell'enzima dall'azione antiossidante superossido dismutasi, qumenta la produzione di collagene nella pelle e favorisce la crescita dei peli.

Tuttavia l'olio di bergamotto può essere irritante per la pelle e renderla più sensibile al sole. Anche in questo caso è la scienza ad offrire una soluzione. Grazie alla ricerca è stato infatti possibile scoprire che l'azione fotosensibilizzante di quest'olio essenziale è dovuta ad alcuni suoi componenti, i bergapteni, e che la loro eliminazione la fa venir meno senza alterare le sue proprietà antimicrobiche.

Infine, il bergamotto esercita un'azione anche a livello del sistema nervoso. Parlando in termini di aromaterapia, la sua essenza riduce le risposte psicologiche allo stress e i livelli di cortisolo (l'ormone dello stress), un'azione che si somma alla diminuzione della pressione sanguigna in chi soffre di ipertensione. Studi condotti in laboratorio hanno inoltre dimostrato che l'olio essenziale di bergamotto riduce i danni ai neuroni e la loro morte.

Via | Livestrong

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail