Campagna contro i tumori, Monna Lisa diventa calva

La nuova campagna pubblicitaria dell'ANT, l'Associazione Nazionale Tumori, presenta un'inedita Gioconda dal significato profondo.

In questi giorni noi di Benessereblog vi abbiamo parlato di diverse campagne di prevenzione dei tumori, sia sotto il profilo più squisitamente grafico e scherzoso come l'iniziativa Movember per la prevenzione del cancro alla prostata, sia attraverso i dati raccolti nel corso di studi su esami diagnostici più accurati come l'HPV test, che portano risultati eccellenti in termini di lotta alle varie tipologie di cancro.

Nell'ambito della prevenzione contro il cancro si inserisce la campagna dell'Associazione Nazionale Tumori, l'ANT, che ha promosso una piccola rivoluzione grafica di una delle figure più famose dell'arte italiana nel mondo, la Gioconda di Leonardo da Vinci: in questa nuova pubblicità, che verrà esposta nelle città italiane, la celebre Monna Lisa è stata rielaborata calva, senza capelli, a rispecchiare l'effetto collaterale delle cure chemio e radioterapiche cui si sottopongono i malati di tumore.

L'idea della campagna, stando ai curatori e creatori Lorenzo Guagni (art director), Lisa Cecconi (copywriter) e Stefano Ginestroni (direzione creativa) dell'agenzia Diaframma Advertising, è quella di richiamare i cambiamenti che il cancro apporta nella vita delle persone: lo slogan che è stato scelto assieme all'immagine di Monna Lisa calva è "Un tumore cambia la vita. Non il suo valore" proprio per testimoniare lo stravolgimento di una tale icona come la Gioconda mettendola in discussione, esattamente come fa un tumore con la storia personale di chi ne è colpito.

La Monna Lisa presentata così stravolge l’immagine scolpita nella memoria, come fa un tumore con la storia di una persona. Superato lo stupore iniziale, ci si accorge che l’opera non perde nulla del suo valore.

Tutto ciò si inserisce perfettamente nella filosofia dell'Associazione Nazionale Tumori, nata sul finire degli anni Settanta a Bologna per offrire assistenza e supporto ai malati di cancro e alle loro famiglie, che ad oggi ha offerto aiuto a circa 96mila pazienti nel corso degli anni, anche attraverso il sostegno raccolto con iniziative benefiche.

Via e Foto | ANT

  • shares
  • Mail