Mal di schiena: meglio curarlo con il freddo o con il caldo?

Come si cura al meglio il mal di schiena? Cosa consigliano gli esperti: è meglio tenere la parte che di dà fastidio e dolore al caldo oppure è meglio utilizzare impacchi freddi per poter alleviare un po' il dolore?

mal di schiena freddo o caldo

Il mal di schiena si cura con il freddo o con il caldo? Quando si soffre di dolori alla schiena sono diversi i rimedi che possiamo mettere in atto, come il riposo ed evitare di sforzare troppo i muscoli, evitando al tempo stesso di rimanere troppo a lungo sdraiati. Ma cosa dicono gli esperti in merito agli impacchi che possiamo fare in caso di mal di schiena, meglio impacchi freddi o meglio impacchi caldi?

Anche se si tratta di un rimedio naturale che apparentemente non ha controindicazioni, dobbiamo fare molta attenzione a come andiamo a curare il mal di schiena, perché non è detto che tutte le tipologie di dolore o fastidio possono essere trattate nella medesima maniera. Bisogna distinguere bene e capire quando fa bene il freddo e quando fa bene il caldo.

Il mal di schiena va curato con il freddo e mai con un contatto diretto con la pelle, per un massimo di 15 minuti di fila, in caso di traumi acuti, dolore articolare da sforzo, dolore pulsante, contusioni e anche sui morsi di insetto, per rendere il fastidio e il prurito meno insistenti. Non applichiamo mail il freddo a contatto diretto con la pelle e aspettiamo che la zona si scaldi di nuovo prima di una seconda applicazione.

Gli impacchi caldi, con borsa dell'acqua calda, non vanno mai utilizzati in caso di trauma acuto, ma possono essere utili in caso di cervicalgie, dolore alla spalla o dolore muscolare lontano dalle articolazioni. Fat, ovviamente, molta attenzione per evitare possibili ustioni. E nel dubbio chiedete sempre prima al vostro medico curante.

Foto | da Flickr di andreanna

Via | giuseppefanzone

  • shares
  • Mail