Cos'è l'efedra, le sue proprietà e benefici per la salute

Tutte le caratteristiche positive -e negative- dell'Ephedra Sinica, la pianta euroasiatica dalla quale si sintetizza l'efedrina.

Molti dei lettori di Benessereblog avranno sicuramente sentito parlare dell'efedrina, che in campo sportivo è considerata una delle più comuni sostanze dopanti ed è quindi vietata, perché è uno stimolante naturale in grado di far percepire meno la fatica: l'efedrina è un alcaloide che si ricava dalla pianta dell'efedra, un arbusto legnoso e cespuglioso che può avere origine europea o asiatica.

Tralasciando le conseguenze sportive dopanti, l'Ephedra Sinica (questo il suo nome scientifico) è una pianta dalle molteplici proprietà: sin dall'antichità veniva utilizzata nella medicina naturale cinese e nella medicina tradizionale degli antichi Romani, tanto che se ne trovano tracce in alcuni scritti di Plinio.

Le sue proprietà principali riguardano l'azione broncodilatatrice dovuta all'efedrina, che ne fanno un'ottimo preparato per riniti e allergie: è un decongestionante nasale utile per contrastare asma, tosse e tutte le patologie minori che possono colpire l'apparato respiratorio, per questo la si trova in minima percentuale anche negli antistaminici contro le allergie.

Inoltre può essere prescritta come integratore per contrastare l'obesità, da assumere sotto stretto controllo medico, perché l'efedrina stimola il metabolismo e ha un'azione anoressizzante e termogenica.

Nella medicina cinese l'efedra è impiegata anche come decotto e infuso per "svegliare" il metabolismo: sono i germogli e gli steli della pianta a venire messi in infusione e poi sorbiti.

L'efedra ha un potere energizzante simile a quello dell'adrenalina prodotta naturalmente dal corpo, per questo va assunta sotto strettissimo controllo medico; è fortemente sconsigliata e va vietata alle persone che soffrono di malattie cardiovascolari, fossero anche solo sospette, perché aumenta la pressione sanguigna e può causare arresti cardiaci.

Anche le donne in gravidanza, i bambini e gli anziani non dovrebbero assumere composti e medicinali a base di efedrina, perché può portare a scompensi e aritmie cardiache compromettenti.

Via | Vecchia Erboristeria

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail