Quanto dura l'otite esterna? I rimedi e la terapia

L'otite esterna è un disturbo che si manifesta con dolore intenso, che deve essere trattato nel miglior modo possibile per scongiurare altri fastidi ben più gravi. Ecco tutto quello che c'è da sapere in merito alla sua terapia.

Quanto dura l'otite esterna

L'otite esterna è un'infiammazione dell'orecchio causato da virus o batteri o da agenti patogeni di altra natura. L'infezione può essere localizzata o diffusa, mentre si tratta di un disturbo che colpisce soprattutto i bambini, ma anche le persone che praticano uno sport come il nuoto, dove l'umidità presente nell'orecchio può causare irritazioni che possono rendere più agevole la strada per attacchi esterni.

L'otite esterna si cura in base alla gravità dell'infiammazione, del dolore e dell'infezione. Se si tratta di un disturbo lieve, allora degli antibiotici in gocce a livello locale possono bastare, mentre se è presente del gonfiore meglio utilizzare anche dei farmaci corticosteroidi. Gli antibiotici in gocce vanno somministrati per un minimo di sette giorni e per un massimo di 10, ma sarà il vostro medico curante a darvi dosi e tempestiche adatte alla vostra situazione.

Nel caso di infezioni batteriche più gravi, invece, potrebbe essere necessaria una somministrazione di farmaci antibiotici per via orale per curare meglio l'otite esterna, da assumere sempre da 7 a 10 giorni, per fare un ciclo completo. Mai terminare la cura non appena il dolore sparisce, ma seguire con attenzione le indicazioni del medico. Agli antibiotici si possono associare anche farmaci analgesici contro il dolore.

L'otite esterna, solitamente, comincia a migliorare dopo un paio di giorni dall'inizio della terapia, mentre di solito ci va una decina di giorni per potersi definire finalmente guariti.

Via | Albanesi

Foto | da Flickr di chitrasudar

  • shares
  • Mail