I sintomi della neutropenia lieve, le possibili cause e la cura

Cosa significa “neutropenia”, e quali sono i sintomi di questa patologia?

neutropenia

La neutropenia è un problema caratterizzato da un numero eccessivamente basso di neutrofili, ovvero il più importante tipo di globuli bianchi nel sangue. Normalmente i neutrofili dovrebbero rappresentare circa il 50/70% dei globuli bianchi circolanti, ma in determinati casi questa percentuale potrebbe "scendere" anche in maniera molto preoccupante. Generalmente si tende a distinguere la neutropenia in tre diverse tipologia, ovvero quella di tipo lieve (con una conta assoluta di neutrofili fra 1500 e 1000/microlitro), la neutropenia moderata (fra 500 e 1000/microlitro) e da quella grave (i neutrofili sono meno di 500 per microlitro).

Nel primo caso, la neutropenia si presenta in maniera praticamente asintomatica, dunque non provoca nessun disturbo, e presenta un rischio molto ridotto di infezione. Essa può essere dovuta all'uso di alcuni farmaci, infezioni, ’influenza e così via.

Detto ciò, il problema non va comunque sottovalutato, per cui se nelle vostre analisi doveste riscontrare un valore anche leggermente anormale, consultate comunque il vostro medico curante.

Detto questo, normalmente la neutropenia lieve non necessita di alcun trattamento. Questo si rende invece necessario qualora i valori riscontrati dovessero essere molto al di sotto della norma. In tal caso, dal momento che l’organismo sarebbe maggiormente esposto alle infezioni (soprattutto batteriche), saranno necessari dei trattamenti mirati a sanare questa carenza.

I valori dei neutrofili vengono rilevati mediante un normale esame del sangue, e possono variare da un laboratorio all’altro. Nei bambini inoltre, tali valori possono dipendere molto in base all’età del soggetto.

via | Medicina360
Foto | da Pinterest di Jane | Me N my Monkeys

  • shares
  • Mail