Fitte intercostali in gravidanza: bisogna preoccuparsi?

Fitte intercostali in gravidanza: è normale soffrirne oppure bisognerà preoccuparsi?

Gravidanza disturbi

Durante il periodo della gravidanza, a cominciare sin dai primissimi mesi, il corpo va incontro ad una lunga serie di cambiamenti sia fisici che ormonali, che possono senza dubbio rendere più difficoltose le normali faccende di vita quotidiane. Non stiamo parlando naturalmente solo delle nauseee, dei bruciori di stomaco, del gonfiore alle caviglie e così via. Da un punto di vista fisico, non è strano o raro infatti soffrire anche di brevi ma dolorose fitte intercostali. Ma da cosa saranno causate? Ed è il caso di preoccuparsi?

Come ben sapranno le mamme, durante il periodo della gravidanza lo scheletro deve adattarsi alla nuova situazione a cui va incontro. Il bacino e la cassa toracica tendono naturalmente a dilatarsi, e proprio per questa ragione possono avere luogo quelle brevissime ma senza dubbio fastidiose e dolorose fitte intercostali.

Insieme a questo genere di dolori, in gravidanza possono presentarsi peraltro anche dei dolorini alla nuca e naturalmente alla schiena, al torace e alle gambe. Per quanto concerne il mal di schiena, questo si manifesta generalmente quando il bambino è abbastanza “cresciutello”, ed obbliga quindi la futura mamma ad assumere delle posizione “anomale”, spostando ad esempio il busto verso indietro ed il bacino verso avanti.

Ma come fare a risolvere questo doloroso problema? In primo luogo, non dovrete naturalmente ricorrere a farmaci o analgesici in maniera sconsiderata. Bisognerà invece semplicemente mettersi in una posizione comoda, preferibilmente coricata oppure seduta, cercando di mantenere la schiena dritta. In pochissimo tempo le fitte spariranno.

via | Vitadidonna
Foto | da Pinterest di Pregnancy Exercise

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: