Italiani e dolori muscolari: le cause principali e i rimedi più utilizzati

Il dolore tormenta l'85% degli italiani. Ecco le cause principali e i rimedi più frequenti nell'immagine fotografata da un'indagine duepuntozero/Doxa

dolori muscolari cause rimedi

Movimenti sbagliati, postura non corretta mentre si lavora, ma anche stress, aria condizionata e tacchi: sono queste le cause più frequenti dei dolori muscolari che accompagnano la quotidianità dell'85% degli italiani. A svelarlo è un'indagine commissionata da Iodosan a duepuntozero/Doxa, da cui è emerso che il fastidio più frequente è il mal di schiena.

La ricerca, che ha coinvolto un campione rappresentativo di 1.000 italiani tra i 25 e i 54 anni, ha infatti svelato che nell'87% dei casi vittima del dolore è la schiena. Altre forme ricorrenti di dolore sono quello al collo, che colpisce il 77% degli intervistati, i crampi (53%), quello alle spalle (51%) e le contratture (42%).

Al di là dei possibili traumi sportivi, la classifica delle cause del dolore vede in testa i movimenti sbagliati (59%) e una postura non corretta al lavoro (nel 54% dei casi lavori d'ufficio, nel 59% altre occupazioni), seguiti dal modo in cui si portano le borse della spesa (56%), lo stress (44%), la vita sedentaria (40%), la paura di non riuscire ad arrivare a fine mese (35%). Ma anche un abbigliamento non adeguato (27%), l'aria condizionata troppo forte (26%) e tacchi troppo bassi (7%) o, al contrario, troppo alti (4%) sono stati indicati fra le cause principali dei problemi muscolari.

Le conseguenze del dolore

Convivere con il dolore compromette fortemente la qualità della vita di chi ne soffre. Per il 59% degli italiani che hanno figli soffrono delle limitazioni imposte dal dolore: il 30% non riesce a giocare con loro e il 16% nemmeno a prenderli in braccio. Per il 35% a rimetterci sono gli impegni quotidiani: il 25% si è visto costretto ad assentarsi dal lavoro, il 45% a rinunciare a un'uscita con gli amici e il 29% agli incontri intimi. Non solo, il 51% degli uomini ha dovuto rinunciare allo sport e il 35% allo shopping con le amiche.

In molti casi chi soffre del problema è anche vittima di una forma di rassegnazione nei confronti del dolore, tanto che nel 43% dei casi non ci si cura affatto o lo si fa solo quando la situazione diventa insopportabile. Alla base di questo atteggiamento ci sono i motivi più diversi, dallo scetticismo nei confronti delle cure, a tentativi falliti che hanno fatto abbandonare ogni speranza di poter risolvere il problema.

I rimedi più diffusi

Nella maggior parte dei casi (62%) chi prova a curarsi lo fa autoprescrivendosi la cura, spesso basata su una leggera attività fisica (25%(, ad esempio il nuoto o lo stretching. Il 49% degli italiani chiede però consiglio al medico o al farmacista. Molto meno frequente è invece il ricorso all'aiuto di altri professionisti, come l'osteopata o il fisioterapista (29%).

Nel 42% dei casi si assumono prodotti da banco, mentre il rimedio naturale più utilizzato è la termoterapia (13%), più amata dalle donne (16%) che dagli uomini (10%).

Le possibili soluzioni sono però molte di più. Scaldare la parte interessata dal dolore, anche con una semplice doccia calda, può dare sollievo in caso di strappi e contratture, ma se il dolore è molto forte è meglio aspettare un po' per poi tentare di alleviare il fastidio con un lieve massaggio. Nel caso dei crampi, invece, i massaggi sono utili sin da subito.

Fra i rimedi naturali ricordiamo il gel all'aloe vera, la pomata all'arnica, l'olio essenziale di chiodi di garofano e l'artiglio del diavolo. Se, invece, decidete di affidarvi ai classici antidolorifici tenete sempre ben presente che se è vero che possono essere molto efficaci e far svanire il dolore in poco tempo, lo è altrettanto che possono cronicizzare il dolore e che non eliminano alla radice la causa del problema.

Via | Comunicato stampa; Pinkblog
Foto | da Flickr di pinkangelbabe

dolori muscolari

  • shares
  • Mail