Cos'è un dermatofibroma e quando è necessaria l'asportazione

Il dermatofibroma è un nodulo o una placca, solitamente duri, che si può notare in ogni zona del corpo, anche se spesso lo troviamo nelle gambe delle persone adulte. Che cos'è e come si può curare?

dermatofibroma

Il dermatofibroma è una formazione dura, un po' rilevata, che si può presentare in ogni parte del corpo, anche se sovente la troviamo nella zona degli arti inferiori. E' un disturbo che non porta con sì particolari sintomi, se non la comparsa di questa papula riconoscibile al tatto, che può dare fastidio quando si trova all'altezza di un piano osseo.

Esistono diversi tipi di dermatofibroma: c'è quello con forma multipla, con forma gigante, l'istiocitoma siderifero, il dermatofibroma cellulare, molto più profondo, quello atipico, epitelioide, aneurismale. Spesso le cause della formazione del dermatofibroma vanno riscontrate in traumi, nella follicolite e nelle punture di insetti.

Le papule possono avere dimensioni variabili e sono solitamente di colore marrone, anche se a volte sono di color rosa. Non è difficile scambiarle per delle cisti o dei nei, proprio per la loro forma e il loro colore. La diagnosi avviene per palpazione o attraverso altri particolari strumenti che ne rivelano l'origine.

Ci sono persone che convivono con il dermatofibroma per tutta la vita e altre che vedono questo disturbo regredire nel corso degli anni. Non sempre è necessaria l'asportazione. Diversa la situazione se il dermatologo richiede una biopsia, per individuare la presenza di formazioni non benighe all'interno: in questo caso l'asportazione è necessaria.

Foto | da Flickr di euthman

Via | Euromelanoma

  • shares
  • Mail