Prevenire le allergie con il verde urbano, le piante non allergeniche

pollini

Il 21 marzo prossimo torna l'appuntamento con la Giornata Nazionale del Polline, giunta quest'anno alla sua quinta edizione. A promuoverla l'AIA, l'Associazione Italiana di Aerobiologia. Quest'anno il tema principale della manifestazione sarà la prevenzione delle allergie tramite il verde urbano. Non tutte le piante sono infatti allergeniche e per tutelare la salute dei cittadini bisognerebbe preferire specie innocue per i soggetti allergici. A Milano, a questo proposito, sono nati negli scorsi anni i Giardini della Salute, tutti possono donare una pianta al Comune per una città allergy free. Ma quali sono le piante non allergeniche e quali quelle allergeniche? Ce le elenca la stessa AIA. Tra le piante a prova di allergie figurano:

abeti, pini, aceri, ippocastani, magnolie, palme, biancospini, meli, mirti, robinie e querce, sambuchi e tamerici, tuie e olmi.

Sconsigliate invece per l'alto rischio di reazioni allergiche nei soggetti sensibili:

cipressi, olivi, betulle, ontani e noccioli, ambrosia, graminacee, composite (margherite, camomilla, crisantemi e assenzio selvatico, parietarie).

Come ci spiega la dottoressa Gianna Moscato, direttrice del Servizio di Allergologia e Immunologia Clinica dell’Istituto Scientifico di Pavia dell’IRCCS Fondazione Maugeri:

La conoscenza dei periodi di pollinazione e fioritura, accompagnata da una mirata gestione delle potature e degli sfalci e da una corretta progettazione del verde urbano tramite la scelta di piantumazioni con piante non allergeniche può concorrere concretamente a favorire una migliore qualità della vita al paziente allergico, oltre a una sostanziale diminuzione delle spese sanitarie generate dalle patologie allergiche, tenendo conto che molte delle spese terapeutiche sono spesso totalmente a carico del paziente.

Qui trovate il calendario pollinico e qui i bollettini pollinici aggiornati ogni settimana dall'AIA con le diverse concentrazioni di pollini nelle regioni italiane.

Via | Comunicato Stampa
Foto | Wikimedia

  • shares
  • +1
  • Mail