Dieta, i consigli per dimagrire senza recuperare il peso perso

Perdere peso e non riprenderlo “mai più” è il sogno di ogni persona in sovrappeso, ecco quindi i consigli per riuscire a realizzarlo!

consigli perdere peso

Dimagrire senza recuperare il peso perso durante la dieta: sogno o realtà? Fino ad oggi, la maggior parte di noi avrebbe risposto che si tratta di un sogno, ma a quanto sembra questo sogno potrebbe diventare realtà semplicemente seguendo cinque consigli, ovvero quelli forniti da Brian Wansink, un nutrizionista del "Food and Brand Lab" della Cornell University, che grazie a una ricerca, sarebbe giunto alla conclusione che dimagrire senza recuperare i chili persi è possibile.

Per giungere a tale conclusione, lo studioso – la cui ricerca è stata pubblicata sulle pagine della rivista "Journal of Medical Internet Research" – ha preso in esame un campione di circa 500 persone, siddividendole in diversi gruppi in base a quale fosse l’obiettivo comune (dimagrire, mangiare in modo più sano, mantenere il proprio peso o far mangiare meglio la propria famiglia).

Detto questo, ai vari partecipanti sono state impartite delle regole che modificavano innanzitutto il loro stile di vita. Eccole:


  • Eliminare dalla dispensa tutti i cibi non salutari


  • Non mangiare mai direttamente da un pacchetto, ma sempre sul piatto


  • Mangiare qualcosa di caldo per la prima colazione o comunque entro un’ora dal risveglio


  • Non far trascorrere più di 3 o 4 ore prima di fare uno spuntino durante la giornata


  • Poggiare le posate sul tavolo fra un boccone e l’altro, mentre masticate

Si tratta di regole molto semplici, non trovate? Ed a quanto pare, coloro che le hanno seguite alla lettera avrebbero perso all’incirca un chilo al mese!

Ma fate attenzione, perché queste regole devono essere rispettate in maniera graduale. Inutile infatti, ai fini della dieta, buttarsi a capofitto. “Il primo e più importante trucco è procedere a piccoli passi - avrebbero infatti fatto sapere gli esperti - anche perché i risultati confermano che essere virtuosi per troppo tempo è difficile: meglio quindi cambiare le abitudini poco a poco, ponendosi obiettivi realizzabili per non cadere nella frustrazione. Bisogna poi cercare di attenersi a queste nuove abitudini finché diventano parte integrante del proprio modo di vivere”.

Foto | da Pinterest di George Froehlich
via | Foodpsychology

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: