Lampade abbronzanti e tumori, rischio di cancro alla pelle aumenta nelle donne giovani

lettini abbronzanti

Lampade abbronzanti e tumori alla pelle: una relazione pericolosa indagata da diversi studi. L'ultima ricerca in merito, a cura dei ricercatori della Harvard Medical School, ha rivelato un aumento del rischio di cancro alla pelle nelle donne che da giovani hanno usato i lettini abbronzanti.

Uno studio su larga scala, quello pubblicato sul Journal of Clinical Oncology. I ricercatori, coordinati da Jiali Han, hanno infatti esaminato i dati relativi a 730 mila donne monitorate per 20 anni. Ebbene, chi aveva utilizzato le lampade abbronzanti nel periodo del liceo, dunque in giovanissima età, e fino ai 35 anni, aveva il 15% di probabilità in più di sviluppare il carcinoma a cellule basali, una delle forme più diffuse del cancro alla pelle.

A 349 pazienti è stato diagnosticato il melanoma, che è la forma più grave di cancro alla pelle, quella che causa più morti. A sviluppare il carcinoma basocellulare sono state invece 5.500 donne. Ma quante sedute sono necessarie per correre un rischio maggiore di cancro alla pelle, imputabile alle lampade abbronzanti? Secondo gli autori bastano pochi trattamenti: già con quattro all'anno il rischio di tumori alla pelle cresce. Le adolescenti e le studentesse universitarie che usano i lettini abbronzanti almeno sette volte all'anno vedono aumentare il rischio di carcinoma delle cellule basali di ben il 73%.

Via | Herald
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail