Curare la candida con i rimedi naturali: in un libro tutte le regole dell'alimentazione

Abbiamo letto per voi "Candida: cure naturali e alimentazione". Ecco cosa abbiamo imparato

Candida alimentazione

Causa pruriti, rende difficile la vita intima e, come se non bastasse, è un nemico duro da vincere: la candida è un problema molto diffuso fra le donne, molte delle quali vedono ripresentarsi di tanto in tanto i suoi fastidiosi sintomi. I medicinali che possono aiutare a curarla non mancano, ma spesso risultano inefficaci a far scomparire completamente il problema.

C'è, però, un'altra possibile arma, più risolutiva, contro questa infezione. Si tratta dell'alimentazione, che insieme ad altri rimedi naturali si affianca alle specialità farmaceutiche nella lotta contro la candida. Noi di Benessereblog li abbiamo scoperti per voi leggendo Candida: cure naturali e alimentazione, libro scritto dalla ginecologa, sessuologa e psicoterapeuta specializzata in omeopatia Marialessandra Panozzo per Terra Nuova Edizioni.

E' un vero e proprio viaggio alla scoperta della candida quello in cui si viene condotti attraverso le pagine di questo libro, che parte ricordando cos'è la candida, come riconoscerne i sintomi e quali sono i fattori che possono promuoverne l'insorgenza. Molte pagine sono però dedicate ai rimedi naturali. Dalle "piante" antimicotiche (propoli, Tea tree oil, estratto di semi di pompelmo, calendula e salvia) a quelle drenanti e depurative (tarassaco, ortosiphon, zea mais, malva, uva ursina e tè Bancha), passando per i fermenti per poi arrivare alla medicina cinese.

E' proprio all'interno di quest'ultima - e grazie alle spiegazioni sulla patologia fornite dall'autrice all'inizio del libro - che si riescono a capire le basi dello stretto legame tra candida e alimentazione. In Cina si parla di squilibrio tra Yin e Yang, nella medicina occidentale di variazioni del pH, ma la conseguenza è sempre la stessa: solo assumendo cibi che riportano la situazione in equilibrio si può sconfiggere la candida. E, guarda caso, i suggerimenti della medicina cinese e di quella occidentale sono gli stessi.

Cibi sì e cibi no

Niente zuccheri e carboidrati semplici, stop ai lieviti, ai derivati del latte e ai cibi fermentati, tutti in grado di favorire la proliferazione del fungo che causa la candida. Largo, invece, ai cibi proteici, sia di origine animale che di origine vegetale. Sono queste le regole fondamentali di un'alimentazione che, spiega l'autrice, se abbinata alle terapie complementari (fitoterapia, omeopatia, riflessologia plantare e pratiche mirate al raggiungimento del benessere psicologico)

aiuta a guarire definitivamente dalla Candida.

Gli alimenti consigliati sono l'aglio, le verdure verdi, i cereali integrali senza glutine (come la quinoa e l'amaranto), i legumi (ad esempio l'azuki e il mung), il topinambur, il pesce azzurro e l'aringa.

Sono, invece, da evitare zucchero, miele e dolcificanti, pane e prodotti da forno, lieviti e prodotti lievitati, alcol e birra, tè e caffè, latte e latticini di origine vaccina, alimenti in scatola, cibi fermentati, funghi e tartufi, bevande gassate e insaccati.

Ricette anti-candida

Il libro non manca nemmeno di dare istruzioni su come combinare gli alimenti consentiti dando vita a piatti che, oltre ad essere vere e proprie ricette anti-candida, promettono di deliziare il palato. Zuppe e minestre, cereali, legumi, verdure di terra e di mare, insalatini (ortaggi lattofermentati) e condimenti, tutti rigorosamente vengan e nella maggior parte dei casi gluten free, proposte dall'esperta di cucina naturale Rosanna Passione.

Fra le ricette proposte la vellutata di carote al timo, la casseruola di verdure in brodo con pasta, il riso integrale allo zenzero, il tofu strapazzato con zucca e le carote allo zenzero, tutte spiegate nel dettaglio.

Il nostro parere? Un libro da leggere e rileggere in cucina.

Foto | Macrolibrarsi

  • shares
  • Mail