Depressione e invecchiamento, le cause e i fattori di di rischio

Quali sono le cause e quali i fattori di rischio della depressione da invecchiamento? Pare che nel mondo colpisca moltissime persone di mezza età, che presentano sintomi ben particolari quando l'età comincia ad avanzare.

Depressione e invecchiamento

La depressione di mezza età colpisce moltissime persone in tutto il mondo. Le donne sembrano essere le più colpite da questo disturbo e la depressione è spesso provocata dai troppi impegni nei quali si sentono letteralmente imbrigliate. La famiglia, i bambini magari ancora piccoli, i genitori anziani, il rapporto di coppia e il lavoro non aiutano certo ad uscire dalla depressione.

I sintomi possono essere vari e possono essere ricondotti a diverse cause. Ad esempio se ci si sente sempre stanchi, depressi, smemorati, la causa potrebbe essere in realtà una mancanza di vitamina B12, da risolvere introducendo sulle nostre tavole i cibi che maggiormente la contengono, come pesce, carne, pollo, formaggio e uova, ma anche utilizzando degli integratori se necessario.

Anche i cambiamenti fisiologici nella sfera sessuale, con un calo dei livelli di testosterone e la disfunzione erettile, così come l'arrivo della menopausa nelle donne, possono contribuire ad alimentare casi di depressione: ritrovare in tal caso la fiamma della passione e farsi aiutare da figure mediche competenti può essere un'ottima via d'uscita. Ma la depressione potrebbe essere sintomo di tiroide iperattiva, soprattutto se notiamo altri sintomi come fatica, tremori, stitichezza, stanchezza estrema.

Altre cause possono essere l'artrite reumatoide o l'osteoartrite, dal momento che il dolore cronico porta le persone a soffrire maggiormente di depressione e ansia, la sindrome del nido vuoto, che colpisce i genitori che vedono il proprio figlio lasciare la propria casa, il diabete (se se ne soffre spesso la depressione ci porta anche a non prenderci cura di noi stessi), senza dimenticare l'abso di alcol, il poco sonno notturno, tipico di chi ha qualche anno in più sulle spalle, l'arrivo della pensione (e quindi la sensazione di essere ormai "inutili"), i disturbi cardiaci, le pastiglie per tenere sotto controllo la pressione, la solitudine, il perdere la compagna o il compagno di tutta una vita. Tutti fattori di rischio importanti per le persone di mezza età.

I ricercatori sottolineano come le persone che soffrono di questa forma di depressione debbano cominciare a prendersi cura di loro stessi, ritagliarsi un po' di tempo da dedicare a se, senza sottovalutare nessun sintomo, facendosi aiutare dalle persone care ed eventualmente chiedendo informazioni anche al medico curante. Anche la presenza di un animale domestico può essere d'aiuto nelle persone di una certa età, alleviando la depressione e il senso di solitudine, sentendosi finalmente utili e amati incondizionatamente.

E non dimentichiamo, poi, i rimedi migliori per affrontare l'inevitabile avanzare degli anni: il sorriso e il poter dare una mano agli altri, magari partecipando a programmi di volontariato.

Via | webmd

  • shares
  • Mail