Cos'è la clearance urea, come si misura e quali sono i valori normali

Clearance urea, cosa è, e perché si esegue questo esame? Facciamo un po’ di chiarezza sull’argomento.

Clearance urea cosa è

La clearance urea è un esame che viene eseguito al fine di valutare l'efficacia della funzione escretrice da parte dei reni. Il termine “clearance” deriva dall’inglese e significa appunto “depurazione”. Tale esame viene svolto valutando il volume di plasma che viene depurato dall'urea in un minuto. L’urea è una sostanza che viene espulsa attraverso l'urina, e questo specifico esame risulta essere quindi molto importante per riuscire a diagnosticare condizioni di insufficienza renale latente. Ma cosa bisogna fare per sottoporsi a questo esame?

Il giorno prima del test di clearance urea dovrete evitare di assumere caffè, poiché la caffeina potrebbe aumentare o comunque alterare i normali valori. Prima di raccogliere le urine nell’apposito contenitore che avrete acquistato in farmacia, bevete almeno 500 mL di acqua, e durante tutto il periodo dell’esame bevete liquidi, in modo da ottenere circa 3 litri di urina. Le prime urine della giornata non andranno raccolte, mentre dovrete poi raccogliere quelle prodotte nel corso delle 24 ore successive. Al termine delle 24 ore, dovrete sottoporvi a un prelievo di sangue, presentandovi a digiuno da 6 - 8 ore.

I normali valori del test della clearance dell'urea (che emergono calcolando il flusso di urina moltiplicato per la concentrazione di urea nelle urine, e diviso per la concentrazione dell'urea nel plasma) dovrebbero essere di 60-90 ml/min. Qualora nel paziente si dovesse riscontrare un abbassamento anche lieve di tale valore, si potrebbe essere di fronte ad un principio di insufficienza renale.

Foto | da Pinterest di Vet Guru
via | InErboristeria, Laboratoriobiochemical

  • shares
  • +1
  • Mail