Come scegliere il detergente intimo

Scritto da: -

La scelta del detergente intimo è molto importante al fine di una corretta igiene dei genitali e al mantenimento della loro salute. Anche quando si sceglie un prodotto a base naturale o con componenti vegetali deve sempre avere una reazione acida, con un pH intorno a 5, per rispettare la naturale acidità ambientale.

Molti prodotti attualmente in commercio sono a base di acido lattico, normalmente presente in vagina, e risultano essere adeguati alle esigenze fisiologiche. In erboristeria si trovano sempre più spesso detergenti intime a base di derivati del latte, comuni in Germania e nei paesi nordici che hanno un’azione antisettica e lenitiva, utile in caso di bruciori o irritazioni frequenti.

Chi cerca un detergente con un’azione deodorante e rinfrescante, deve fare molta attenzione a profumazioni, anche naturali, che possono creare irritazioni. E’ proprio il profumante il responsabile, nella maggior parte dei casi, delle irritazioni. Utilizzare senza remore anche i detergenti in forma oleosa, spuma o gel. Possono essere un’ottima alternativa al detergente classico.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Come scegliere il detergente intimo

    Posted by:

    Mi permetto solo di aggiungere che sopraggiunta la menopausa il pH tende fisiologicamente a crescere fino a raggiungere valori attorno alla neutralità, richiedendo quindi un detergente adeguato alla nuova condizione. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Come scegliere il detergente intimo

    Posted by:

    Mi permetto di puntualizzare secondo la mia esperienza personale che in caso di problemi di candidosi recidivante è da preferire un detergente con ph non inferiore di 5,5. Cordialità Scritto il Date —