I sintomi della carenza di ferro, i farmaci da assumere e gli alimenti consigliati

La carenza di ferro si manifesta per diverse cause: i sintomi possono essere moltissimi e, una volta diagnosticata questa carenza, bisogna mettere in atto cure, terapie e seguire un'alimentazione che ci dia una mano a risollevare i valori del ferro nel sangue.

carenza di ferro

La carenza di ferro si può manifestare per diverse cause e diversi motivi: il minerale è indispensabile per il trasporto dell'ossigeno nel sangue. Scopriamo insieme perché potremmo soffrire di carenza di ferro, per quali ragioni e come cercare di risolvere il nostro problema, temporaneo o più duraturo nel tempo.

La carenza di ferro è un sintomo chiaro di un'anemia in corso nel nostro corpo: ma questa non è l'unica causa di una limitata presenza di questo minerale. La carenza si può manifestare in caso di diete povere di carne e basate su cereali integrali e verdure, in diete ricche di crusca, in caso di malassorbimento, di perdite ematiche troppo forti, oltre che in caso di gravidanza e allattamento. Esistono poi degli sport, come ad esempio la corsa di resistenza, che potrebbero abbassare i livelli di ferro.

Possono essere molto utili degli integratori a base di ferro, mentre in casi più gravi potrebbe essere necessaria la loro somministrazione per via endovenosa. Gli integratori di ferro possono aiutare in caso di carenze molto importanti, mentre in casi lievi si può lavorare con l'alimentazione.

Cercate di mangiare più alimenti possibili che contengano il ferro (gli alimenti più ricchi di ferro sono fegato di bovino e frattaglie, cozze, ostriche, uova, spigole o brancini, carne di cavallo, legumi secchi, cioccolato fondente, frutta secca in guscio, frutta secca), ricordandovi che, ad esempio, un bicchiere di succo d'arancia con la vitamina C contenuta al suo interno può triplicare l'assorbimento del ferro della prima colazione.

Via | Mypersonaltrainer

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail