Cos'è la clearance renale e come si calcola

Per clearance renale si intende il volume di plasma in millilitri che viene depurato nel suo passaggio attraverso i reni, solitamente in un'unità di tempo pari ad un minuto. Vediamo a cosa può servire questo dosaggio.

clearance renale

La clearance renale di una sostanza è il volume di plasma depurato nel passaggio attraverso i reni in un minuto. La formula che ci dà il risultato finale è Clearance = (Ur*V)/Pl (dove Ur è la concentrazione urinaria della sostanza mg/ml, Pl la concetrazione plasmatica della sostanza mg/ml e V e il volume di urina ml/min).

In inglese il termine clearance significa proprio depurazione ed è un termine che può essere riferito ad ogni sostanza endogeno o esogena, ad esempio un farmaco: la clearance plasmatica di una sostanza è invece la quantità di sangue depurata da questa sostanza in un minuto di tempo. Di solito però si considera la clearance renale.

Espressa in altri termini rispetto a quelli riportati nella formula espressa in alto, la clearance renale è data anche da (volume filtrato + volume secreto – volume riassorbito)/Pl. Ma a che cosa serve in realtà la clearance renale? E per quali motivi può essere utile calcolare questo dato in merito ad una sostanza endogena ed esogena come ad esempio un farmaco?

Si tratta di un parametro molto utile per poter valutare la corretta funzionalità dei reni: valori particolarmente alti, che superano dimolto la soglia considerata normale, possono indicare che all'eliminazione della sostanza presa in analisi lavora anche il fegato.

Via | Albanesi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail