Cibo, sesso, droga, fumo: attrazione con ricaduta

piacere e fumarre
Se ci siamo chiesti come e perché cibo, sesso, droga e con esse il fumo riescono ad attirare noi e molti altri come noi, la risposta è: dopamina. La dopamina è un neurotrasmettitore che viene attivato durante molte esperienze gratificanti, tra cui l' uso di droghe, fumo, sesso, e cibo e svolge un ruolo fondamentale nei meccanismi di ricompensa e motivazione. Uno dei suoi ruoli centrali è ad esempio quello di inviare al cervello l'input di cercare qualcosa di piacevole.

Nelle dipendenze e quindi nelle astinenze la dopamina gioca un ruolo importantissimo: quando un fumatore decide di smettere di fumare, si genera uno sfasamento nei livelli di concentrazione della dopamina - sostengono ricercatori del Baylor College of Medicine in Texas che hanno indagato il meccanismo sui topi-. Questo deficit di dopamina scompare con la ri - somministrazione di nicotina: da qui, la ricaduta.

La dopamina induce infatti il nostro corpo a ricercare sostanze in grado di farci adattare all'ambiente - a ritrovare la condizione di "equilibrio" con esso. Nel caso delle dipendenze, come quella dalle "sigarette" questo meccanismo si accentua, traducendosi nell'abuso.

Via | Biological Psychiatry Journal
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail