Le merendine delle macchinette automatiche non fanno ingrassare

merendine distributore
I primi a riprendersi dallo shock sono stati proprio i ricercatori statunitensi che hanno condotto quest'indagine su più di 19mila studenti, secondo la quale non vi è un nesso stretto tra il cibo spazzatura (junk food) venduto nei distributori automatici presenti a scuola, e quindi consumato dagli alunni stessi, e l'aumento di peso e l'obesità di questi ultimi.

La maggior parte delle macchinette automatiche nelle scuole vengono caricate con snack ipercalorici e bibite gassate e/o zuccherate ed hanno sempre e da sempre suscitato le ire di pediatri, nutrizionisti e, non per ultimo, genitori, che si opponevano a questa forma negativa di spuntino o merenda per i loro figli. Anche gli esperti del settore hanno sempre affermato che mettere così a disposizione questo tipo di alimenti nei corridoi delle scuole potesse favorire facilmente il sovrappeso nei più giovani.

La ricerca, invece, mostra il contrario: ha dimostrato, addirittura, che più aumentava il numero di alunni che potevano accedere alle macchinette, più si riduceva il tasso di obesità tra loro. Secondo i ricercatori, ciò è dovuto al fatto che il rapporto con il cibo si crea nei primi anni di vita e, dunque, contano di più le buone abitudini apprese a casa.

Via | Ciakmedicina
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail