Perdite marroni in gravidanza: possibili cause e quando preoccuparsi

Cosa vuol dire quando durante la gravidanza notiamo delle perdite marroni? Ecco quali possono essere le cause e cosa sarebbe meglio fare. Se, ovviamente, avete dei dubbi, il consiglio migliore è quello di rivolgervi al vostro medico curante!

Perdite marroni in gravidanza

Le perdite marroni in gravidanza di solito allarmano immediatamente le future mamme, che non sanno quali segnali il proprio corpo sta mandando e hanno paura che stia succedendo qualcosa di grave al proprio bambino. Le perdite in gravidanza sono assolutamente normali, ma bisogna fare molta attenzione a saperle riconoscere.

Le perdite in gravidanza possono essere rosse, biancastre e marroni. Nel primo caso, soprattutto se avvengono nelle prime settimane e se durano pochissimo, non c'è da allarmarsi, perché potrebbero essere perdite da impianto: ci sono donne che pensano di avere il ciclo e in realtà sono in dolce attesa, scambiando le perdite rossastre per le mestruazioni. Le perdite da impianto possono mostrarsi anche con un colore marrone chiaro e avvengono dopo qualche giorno o un paio di settimane dal concepimento.

Se, invece, le macchie marroni in gravidanza avvengono oltre questo periodo, sono molto copiose e sono accompagnate da dolori decisamente molto intensi, allora meglio rivolgersi al proprio medico curante, che, attraverso ulteriori indagini, saprà verificare se all'interno del vostro corpo tutto procede bene o se c'è qualche piccolo disturbo.

Se siete comunque preoccupate, chiedete consiglio al vostro medico, l'unico che saprà dirvi cosa sta accadendo e che saprà consigliarvi le procedure giuste da seguire per poter risolvere il problema o semplicemente per tranquillizzarvi in merito a quello che sta succedendo.

Via | Perdite in gravidanza

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail