Stop fumo: la campagna per le donne di Veronesi

Fumare non fa male, fa malissimo, per non parlare delle ormai trite e ritrite statistiche su morte, malattie, aggravamento di altre patologie, che provoca il fumo passivo e attivo. Nonostante queste informazioni che circolano da anni, sono in molti a sentirsi cloni di Bogart, con una sigaretta tra i denti, gialli di nicotina come le dita, l'alito che puzza di compost.

Alle donne però fa male di più. Per le connessioni tra ormoni femminili e nicotina, la minore resistenza in particolare al fumo passivo, le donne sono particolarmente a rischio. Umberto Veronesi, uno dei massimi esperti mondiali di problemi oncologici, per i fumatori leggasi cancro, sta dando anima e corpo, al suo progetto -Donne contro il fumo-. Da vedere e leggere con cura.

  • shares
  • Mail