Miglioramento personale, essere se stessi per vincere le paure

coraggio

Non importa da cosa scappiamo o da chi: un codardo non potrà mai fare la cosa giusta. Lo spiega bene Arthur Dobrin, docente di etica alla Hofstra University, autore di Ethics for everyone: how to improve your moral intelligence.

Sappiamo cos'è più giusto per noi e per gli altri e come dobbiamo comportarci se vogliamo essere orgogliosi di noi stessi, eppure non lo facciamo, non sempre almeno. Perché? Secondo Dobrin è la paura a frenarci. Non abbiamo abbastanza coraggio per portare avanti le nostre convinzioni. Lasciarsi aiutare, vincere la paura di sbagliare, iniziare un percorso di miglioramento personale, raggiungere degli obiettivi sono tutte sfide che richiedono una grande dose di coraggio.

Ci mettono davanti a noi stessi, a ciò che siamo ed a ciò che vorremo essere ed in quel divario si consuma la nostra crisi. Un vuoto che può spaventarci o al contrario può stimolarci a riempire le pagine bianche, percorrendo la strada che rimane da fare per far combaciare le due immagini.

Quello che ci frena, spiega Dobrin, ha a che fare con l'opinione che gli altri hanno di noi. Abbiamo bisogno di consenso sociale per vivere e spesso la paura di suscitare la disapprovazione altrui ci paralizza. Temiamo di deludere gli altri mostrandoci come siamo davvero, manifestando le nostre preferenze, portando avanti le nostre convinzioni.

Così spesso neghiamo noi stessi. Il primo ed il più grave di una lunga serie di atti di codardia che ci allontanano dall'equilibrio. Dobrin ci consiglia di lasciarci andare con coraggio, assumendoci le nostre responsabilità e seguendo il nostro istinto su cosa è giusto e cosa è sbagliato. Senza freni. Senza inibizioni.

Trovare il coraggio di essere se stessi è fondamentalmente un atto eroico oggi. Ci libererà dalla rabbia repressa ed aiuterà anche gli altri a levarsi la maschera del conformismo. Il coraggio della diversità ci restituisce un mondo a colori, più creativo e più vero, fatto di sfumature sottili che abbattono la finzione di personalità in bianco e nero.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail