Contro l'influenza cammina ma non correre

camminare

L'esercizio fisico riduce il rischio di contrarre infezioni delle vie respiratorie superiori. Attenzione, però, perché a contare contro raffreddore ed influenza non è semplicemente svolgere attività fisica bensì anche l'intensità e la durata del nostro allenamento.

Secondo Mike Gleeson, docente della Loughborough University, a potenziarci contro le infezioni virali è l'esercizio fisico moderato. Al contrario, l'attività fisica troppo intensa e prolungata nel tempo può renderci ancora più vulnerabili.

Un'attività fisica pesante e prolungata nel tempo, come la maratona ad esempio, ci sottopone infatti ad uno stress eccessivo e abbassa le nostre difese immunitarie.

Una persona sedentaria, spiega Gleeson, può ridurre il rischio di prendere l'influenza fino a tre volte anche con una passeggiata quotidiana a ritmo sostenuto.

Le cellule del nostro sistema immunitario che ci difendono dai virus, le natural killer, aumentano durante l'attività fisica moderata. Queste cellule riconoscono il virus e lo costringono letteralmente a suicidarsi. Durante una sessione di allenamento troppo intensa, invece, la loro attività risulta ridotta.

Via | Society for General Microbiology
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail