I tumori che colpiscono la parotide, i sintomi e le terapie

La parotide è una delle ghiandole salivari maggiori ed è la più voluminosa: si trova davanti all'orecchio ed è la ghiandola che si gonfia in caso di orecchioni. Può anche essere colpita da tumori di diversa origine.

parotide tumore

La ghiandola parotide fa parte delle ghiandole salivari maggiori, è la più grande ed è molto importante. E' qui che si localizza il 70 per cento dei tumori delle ghiandole salivari. Il 30% è solitamente maligno, mentre molto frequenti quelli benigni.

Tra i tumori benigni della parotide abbiamo l'adenoma pleomorfo, una lesione molto comune e solitamente unilaterale, che compare come un nodulo duro, bozzuto e non dolente, con accrescimento lento: è potenzialmente degenerativo, potendosi trasformare in un carcinoma, ovvero in una lesione maligna pericolosa. Questo avviene nel 5 per cento dei casi e in tempi molto lunghi, per questo è bene rimuoverlo subito.

Tra i tumori benigni ricordiamo anche il tumore di Warthin o cistoadenolinfoma, una lesione priva di tendenza degenerativa che non compare prima di 50 anni. Può essere bilaterale e con noduli multipli e può essere asportato senza togliere tutta la ghiandola.

I tumori maligni della parotide sono più rari: il carcinoma a cellule aciniche e il carcinoma muco-epidermoide sono a bassa aggressività, mentre forme più pericolose sono il carcinoma squamocellulare e il carcinoma adenoido-cistico.

In entrambi i casi la tempestività della diagnosi è molto importante, per valutare rischi e conseguenze dei tumori, sia benigni sia maligni. Ogni caso dovrà essere valutato per capire se l'asportazione è necessaria o se basta un semplice intervento.

Via | SergioAlbanese

Foto | da Flickr di euthman

  • shares
  • +1
  • Mail