Cos'è l'epinefrina, a cosa serve e come si assume

L'epinefrina o adrenalina è un ormone che viene sintetizzato nella porzione midollare del surrene: quando va in circolo accelera la frequenza cardiaca, restringe il calibro dei vasi del sangue, aumenta le prestazioni fisiche e dilata le vie aeree bronchiali.

epinefrina

L'epinefrina, definita anche adrenalina, è un ormone del nostro corpo, che ne migliora la reattività. Deriva dal surrene ed è in grado di aumentare la frequenza cardiaca oltre che aumentare le prestazioni del nostro organismo. E' il neurotrasmettitore tipico del nostro sistema nervoso simpatico.

L'epinefrina aumenta in caso di attività fisica, in caso di paura o di rumori improvvisi, in caso di stress. In tutte queste circostanze il nostro cuore aumenta la sua frequenza contrattile, le pupille, così come i bronchi e i vasi sanguigni, si dilatano e i processi digestivi vengono rallentati.

L'adrenalina è anche un farmaco che viene utilizzato in caso di shock anafilattico, come terapia. Utile anche in caso di arresto cardiaco e in aggiunta agli anestetici locali, per ritardarne l'assorbimento. Viene iniettata tramite endoscopio per arrestare le emorragie dovute ad ulcere gastroduodenali. Per le reazioni anafilattiche acute la somministrazione è per via intramuscolare.

Sono possibili anche la somministrazione sottocutanea, la somministrazione per endovena, indicata solo in caso di shock ipotensivo grave e da effettuare sotto monitoraggio miocardico, la somministrazione topica.

Il dosaggio e le modalità di somministrazione variano, ovviamente, a seconda dei casi da trattare e in ambito sportivo l'uso di adrenalina ed epinefrina è considerato doping, perché in grado di alterare il metabolismo e di migliorare le prestazioni atletiche.

Via | Mypersonaltrainer

Foto | da Flickr di schoschie

  • shares
  • +1
  • Mail